“Tutti siamo figli di Dio. Anche i non battezzati? Sì. Anche quelli che credono in altre religioni, che hanno idoli? Sì, sono figli di Dio. Anche i mafiosi sono figli di Dio? Sì, anche i mafiosi sono figli di Dio. Preferiscono comportarsi come figli del diavolo, ma sono figli di Dio, e dobbiamo pregare perché tornino e riconoscano Dio davvero! Tutti sono figli di Dio. Ma qual è la differenza? Dio ha creato tutti, ha amato tutti e ha messo a tutti nel cuore la coscienza per riconoscere il bene e distinguerlo dal male. Tutti gli uomini percepiscono cosa è buono e cosa è sano; anche le persone che non conoscono Gesù, che non conoscono il cristianesimo, tutti hanno questo nell’anima, perché questo lo ha seminato Dio. Ma quando tu sei stata battezzata, in quella coscienza è entrato lo Spirito Santo e ha rinforzato la tua appartenenza a Dio e in quel senso tu sei diventata più figlia di Dio, perché sei figlia di Dio come tutti, ma anche con la forza dello Spirito Santo che è entrato dentro”, ha dichiarato Pappa Francesco in visita Pastorale alla Parrocchia romana San Paolo della Croce.
È la grande legge della Salvezza in comunità: l’uomo individuo non si salva da solo ma sempre nella comunità, per la comunità, con la comunità.