Nella popolazione in età di lavoro (18-55 anni), la percezione dell’importanza della formazione universitaria appare in declino.

Stando ai risultati elaborati dall’Istituto Piepoli a seguito dei sondaggi condotti il 15 e il 22 gennaio 2018, il 59% degli intervistati trova nella laurea il canale preferenziale per trovare lavoro; ma il restante 40%, alla domanda “chi dovrebbe fare qualcosa in più per mettere in contatto studenti e aziende”, risponde “Le università”.

Insomma, il prestigio della laurea non gode più di largo apprezzamento, mentre l’esperienza e la possibilità di farne oggi sono rivalutate, sia da chi è in cerca di un ingresso nel mercato del lavoro, sia da chi necessita di un reinserimento dovuto alla perdita del lavoro.