sangue

In “Anatomia della distruttività umana”, Erich Fromm osserva: “A un livello profondo, arcaico di esperienza, il sangue è una sostanza molto particolare. Quasi dovunque è diventato simbolo di vita e di forza vitale. In molte usanze rituali, per confermare simbolicamente la fratellanza, si mescola insieme il sangue delle persone coinvolte. Persino in una religione altamente sviluppata come quella cattolico-romana, ritroviamo la pratica arcaica di bere il vino consacrato come sangue di Cristo.
Spargere il sangue di qualcuno ha assunto nel linguaggio corrente il significato di ucciderlo, ragion per cui uccidere e spargere sangue oggi sono sinonimi.
Il sangue trascende la differenza fra maschile e femminile”.