profughi_caritas

Dando seguito al Protocollo di intesa per l’apertura di nuovi corridoi umanitari, firmato al Viminale il 12 gennaio 2017, oggi sono sbarcate a Fiumicino le prime 25 persone provenienti dall’Etiopia.
“Questi primi nuclei familiari, oltre che da parenti già presenti in Italia, sono ospitati dalla Caritas diocesana di
Ventimiglia, dalla Caritas diocesana di Ragusa e dalla Comunità di Sant’Egidio a Roma. L’accoglienza prevede l’intervento di parrocchie, famiglie e istituti religiosi e l’utilizzo di appartamenti privati, con il supporto di famiglie tutor italiane che si occupano di accompagnare il percorso di integrazione sociale e lavorativa di ognuno sul territorio
garantendo servizi, corsi di lingua italiana, cure mediche adeguate”, spiegano i responsabili Caritas.
Il Protocollo di intesa per l’apertura di nuovi corridoi umanitari prevede l’arrivo in Italia di 500 profughi, fuggiti dai
loro Paesi per i conflitti in corso. Il protocollo è stato siglato il 12 gennaio 2017 dal segretario generale della
Conferenza Episcopale Italiana – che agirà attraverso la Caritas Italiana e la Fondazione Migrantes –, Mons. Nunzio
Galantino, dal presidente della Comunità di Sant’Egidio Marco Impagliazzo, dal Sottosegretario all’Interno Domenico Manzione e dal Direttore delle politiche migratorie della Farnesina Cristina Ravaglia. Il Protocollo è finanziato con fondi CEI 8xmille.

Ph. Caritas