Il Rapporto ASviS 2018 registra per il Goal 16 in Italia una situazione fondamentalmente statica nel 2016 rispetto al 2010. Infatti, dopo un’iniziale peggioramento, dal 2014 si registra un significativo miglioramento grazie alla riduzione della durata media dei procedimenti civili, che nel 2016 in Valle D’Aosta raggiunge il valore più basso. Tuttavia, nonostante questo miglioramento riscontrato negli ultimi anni, rimane comunque molto elevata la durata media per l’espletamento dei procedimenti civili dei tribunali ordinari (445 giorni di media nel 2017).

A livello normativo sono stati fatti alcuni passi avanti in materia di giustizia. In particolare, alcuni decreti attuativi della legge 23 giugno 2017 n. 103 (nota come “riforma Orlando”) intervengono sul sistema della giustizia con l’obiettivo di migliorare l’efficienza del sistema penale. Per la lotta alla corruzione si segnala la legge sul whistleblowing (Legge 30 novembre 2017, n.179), la quale tutela i lavoratori che segnalano e denunciano condotte illecite.

Per rafforzare la cultura della legalità, l’ASviS propone di educare ad essa e alla lotta alla mafia fin dall’età scolare, stilare un codice comune di condotta a livello politico e amministrativo per prevenire l’insorgere di fenomeni corruttivi e di favoreggiamento alle mafie, nonché ampliare l’utilizzo del rating di legalità (in attuazione dei principi del nuovo Codice degli Appalti), rivedendone in parte il sistema di funzionamento, in modo che possa effettivamente diventare uno strumento utile per prevenire l’insorgere e la diffusione della corruzione in occasione di bandi e gare relative a opere pubbliche e infrastrutturali.