Un jet privato è un bene di lusso che solo in pochi possono permettersi. Non a caso siamo soliti vedere calciatori famosi, industriali di successo e grandi imprenditori a bordo di jet privati. Tutti, quindi, ci siamo posti almeno una volta: ma quanto costa un jet privato? Per quanto tutti i prezzi facciano girare la testa a chi non è abituato a maneggiare – e nemmeno a immaginare – queste cifre, molto del prezzo di un aeroplano è fatto dalla grandezza del velivolo, dalla potenza dei suoi motori e, naturalmente, dal livello di lusso con il quale si vogliono arredare i suoi interni.

Si parte da circa sette milioni di euro, il prezzo di un Dassault Falcon 50FX di Black Berry, capace di spostare al massimo 9 persone alla volta. Tra i dettagli di altissimo livello dei suoi interni ci sono le tappezzerie in vera pelle e le finiture in legno pregiato. Se invece la necessità principale è affrontare con scioltezza viaggi transoceanici, l’acquisto dovrà rivolgersi necessariamente a un Bombardier Global Express XRS che costa la misera cifra di 50 milioni di Euro.

C’è, poi, il Cessna Citation Longitude che può ospitare fino a 12 passeggeri ed ha un costo di 26 milioni di dollari. La cabina dell’aereo è dotata di svariati optional tra cui una macchina per il caffè espresso e un forno a microonde, oltre a un compartimento privato per i bagagli personali.

Airbus è uno dei produttori più importanti di aerei privati e offre un’ampia gamma di jet di lusso i cui costi oscillano tra i 72 e i 110 milioni di dollari, a seconda delle dimensioni. Il prezzo non include i costi di allestimento della cabina.

Prezzi stratosferici, dunque, per un lusso che in pochi possono permettersi. Per fortuna, però, esistono servizi in grado di far viaggiare su jet privati anche chi non può permettersi certo di comprarne uno. Alcune compagnie, infatti, mettono a disposizione degli utenti la possibilità di spostarsi da un capo all’altro del mondo utilizzando jet privati in affitto, saltando le code infinite al check in, alla raccolta bagagli, al controllo passaporti. Le ore perse in aeroporto ad aspettare, il rischio scioperi in agguato.

Si tratta di compagnie che bypassano i broker (gli intermediari, dalle altissime commissioni, ai quali ci si affida per noleggiare un aereo privato) e mettono i clienti in diretto contatto con operatori di jet e proprietari di velivoli privati. Si possono cercare voli on demand oppure approfittare delle offerte chiamate “empty legs”, applicabili agli aerei che viaggiano vuoti per raggiungere una certa destinazione.

I costi, poi, non sono eccessivi.
Un volo da Milano a Londra per il 16 dicembre costa circa 1.200 euro a testa se a viaggiare si è in sei.
Da Doha a Linate, il 13 dicembre, il biglietto è di 2.100 euro per un gruppo di tredici passeggeri.