Da sempre soprannominata la capitale del mondo, ma forse sarebbe più giusto definire New York, il mondo in una capitale. Quello che colpisce durante un viaggio a New York è la varietà di culture che ci vivono, ognuna con i propri usi, costumi, abitudini e colori. New York raccoglie il meglio dell’arte, del design, dell’architettura e della musica di tutto il mondo, ed è per questo che durante un viaggio a New York ognuno può costruire una vacanza perfetta seguendo semplicemente le proprie passioni e i propri interessi. Rassegnatevi quindi da subito: se ancora non siete stati a New York, sappiate che ripartirete con una gran voglia di tornare, mentre se avete già affrontato un viaggio a New York anche questa volta la lascerete con qualche curiosità ancora da soddisfare, impossibile visitarla tutta in una volta. Vi sono tantissime attrattive turistiche che non possono assolutamente essere trascurate, dei veri e propri “ must” di un viaggio a New York.

20170301_102028Abbiamo provato ad iniziare la scoperta di New York dall’Oceano, proprio come i milioni di italiani con le ormai famose “valige di cartone” nei secoli passati. Chiaramente i nostri vestiti, bagagli e sentimenti sono diversi da quelli dei nostri migranti, ma con alcune differenze. Riusciamo ad intravedere i mattoni rossi di Ellis Island prima di trovarci a poche miglia dal simbolo stesso di NYC e degli interi Stati Uniti: la Statua della Libertà, che dal 1886 accoglie con i suoi 100 metri di altezza chiunque voglia realizzare il proprio sogno americano. Durante la gita in barca si resta incantati dallo skyline della Grande Mela. Tornati a terra entriamo nella Midtown, la zona dei grattacieli più famosi di NYC. Il Chrysler Building, il famoso palazzo di vetro delle Nazioni Unite, il Rockefeller Center e il Grand Central Terminal sono solo alcuni dei leggendari edifici in cui ci imbattiamo durante questa giornata passata interamente con lo sguardo rivolto verso il cielo e che chiudiamo con un tramonto mozzafiato che ammiriamo dall’Osservatorio dell’Empire State Building. L’Empire State Building è un grattacielo in stile art déco della città di New York, , all’angolo tra la Fifth Avenue e la West 34th Street. Divenuto uno dei maggiori simboli della città, con i suoi 443 metri di altezza a 61 m s.l.m., è stato il grattacielo più alto del mondo fra il 1931 e il 1967, fino a quando fu superato dalle Torri Gemelle. Dove svettavano le Torri Gemelli, adesso ci sono due grandi vasche piene d’acqua. Sui bordi, le incisioni dei nomi di tutte le vittime dell’attentato terroristicoal World Trade Center, di quel maledetto 11 settembre 2001.
Il luogo è stato chiamato “Reflecting Absence”.
20170301_102113“Tweet New York 09 settembre 2014 Ground Zero”. Dall’esplosione di Hiroshima e Nagasaki fino all’11 settembre 2001 per Ground Zero si intendeva il punto di deflagrazione di una bomba, ma negli ultimi sedici anni in tutto il mondo si intende quella zona a sud est di Manhattan, dove fino alle ore 10,00 dell’11 settembre 2001 sorgevano le Tween Tower,distrutte in un’ora e mezza da due aerei che dirottati si sono schiantati sulle Torri facendole implodere e crollare. Le torri svettavano nella skyline dell’isola, erano gli edifici più alti, 110 piani per più di 410 metri. Erano il cuore di Wall Street, il centro del potere economico degli Stati Uniti.

20170301_102243Reflecting Absence è stato realizzato dall’israeliano Michael Arad e da Peter Walker che nel 2006 vinsero la gara d’appalto. Bellissime le quattro fontane uqadrate di granito, scavate fino a quattro metri di profondità, proprio dove sorgevano le Torri gemelle. Lungo le pareti scorre l’acqua che si versa in una grande vasca.a seguire il perimetro delle fontane sono incisi i nomi delle vittime. Intorno possiamo ammirate la Memorial Plaza tutta in granito con centinaia di querce bianche ed al suo interno il 9/11 Memorial,inaugurato per la commemorazione del decennale dell’attentato e nel 2004 Obama inaugurò il nuovo Museo in Memorial Plaza. Sulle tracce delle bellezze architettoniche della città ci imbattiamo anche in alcuni interessanti musei. Un viaggio a New York è l’occasione giusta per visitare alcuni dei più importanti musei del mondo. Per il nostro viaggio, solo cinque giorni, scegliamo di visitare i due principali musei della città; così dopo un emozionante tour all’interno del Guggenheim, fra dipinti di Picasso, Van Gogh, Cezanne, Degas e Kandinsky, siamo passati ai preziosi reperti egizi e romani, ai dipinti di Botticelli e Rembrandt e alle altre meraviglie custodite al Met. Il Metropolitan Museum of Art è una struttura molto vasta e ricca di capolavori provenienti dai quattro angoli del mondo a testimonianza delle principali culture e dei principali protagonisti dell’arte antica e moderna. Impossibile perdere il tour in elicottero di Manhattan, un volo di venti minuti per uno spettacolo meraviglioso ed emozionante, la Statua della Libertà, l’Empire State Building, la lucentezza argentea del Chrysler Building e l’immensa distesa di Central Park.

Dopo aver consumato le nostre scarpe sui marciapiedi di New York, assaggiando i fantastici ed ipercalorici hotdog degli ambulanti, e tra un caffè americano da Starbucks in Madison Ave ed in 5th Ave ed un caffè italiano decisamente più buono presso Nespresso Madison Boutique & Cafe, dopo aver “visitato” il cubo Apple in Fifth Avenue decidiamo di rilassarci partecipando a una funzione religiosa in una parrocchia di Harlem. Un quartiere molto diverso da quello che i film ci hanno mostrato. Un tempo era simbolo del degrado di New York,oggi è carino e molto elegante. Harlem è noto in tutto il mondo per il Gospel. Assistere a questi emozionanti momenti di estasi collettiva è qualcosa di incredibile.

Assolutamente da vedere almeno un musical di Broadway, anche uno a caso, da Spiderman a Cats, da Matilda a New york New york.

Per lo shopping, dal “concierge” dell’hotel, tale Peter Crisafi, di nonno siciliano, ci è stato consigliata una giornata al Woodbury Common. Centro commerciale, anche se definirlo tale è riduttivo, a soli 60 minuti dal Manhattan. Il più grande centro commerciale nello Stato di New York, con le migliori firme di design di tutto il mondo e con più di 220 negozi di abbigliamento, scarpe, gioiellerie, cosmetici, arredamento e tanto altro. L’Outlet offre sconti dal 40% al 75% sul prezzo originale! Inoltre durante le principali festività nazionali sono applicati ulteriori sconti. Abbiamo trovato famosi designer europei da Giorgio Armani, Valentino, Versace, Dolce & Gabbana alle popolari marche come Polo Ralph Lauren, Tommy, J. Crew, Jucy Couture e tanti altri. Andando in pullman godrai dei VIP coupon con altri incredibili sconti.

Alla cassa, a mio avviso, mossa a pietà vedendo i carrelli e ripeto i carrelli pieni di borse, vestiti, magliette, e camicette e tanto altro, mi chiese se fossi italiano, quando risposi di si mi diede un coupon con un ulteriore sconto del 18%. That’s incredibile! Abbiamo comprato con uno sconto dell’87%! Unico problema come poter portare in Italia tutto quello che si compra in un posto simile? Infatti, domani mi toccherà di prima mattina andare a comprare una grande sacca con lucchetto, perché nei bagagli tutto ciò che mia figlia e mia moglie hanno acquistato non entra. Thanks New York! See you!