“In tema di associazione con finalità di terrorismo anche internazionale, ai fini della configurabilità in sede cautelare della condotta di partecipazione all’associazione denominata Isis e, in generale, alle moderne organizzazioni terroristiche internazionali di matrice islamica, i propositi di partire per combattere gli infedeli, la vocazione al martirio, l’opera di indottrinamento assumono rilievo a condizione che l’azione del singolo si innesti nella struttura organizzata, cioè che esista un contatto operativo, un legame, anche flessibile, ma concreto e consapevole tra l’organizzazione ed il singolo” (fonte: Unione delle Camere Penali Italiane).