La costa che dovrebbe essere trasformata in waterfront (nelle intenzioni di ogni amministrazione comunale, sia di destra sia di sinistra) è bagnata dal mare inquinato. Basta leggere l’ordinanza dirigenziale numero 13/239 del 30/03/2018, che vieta la balneazione in Via dei Villini a Mare (per un tratto di 30 metri), presso il Porticciolo di Ognina (per un tratto di 800 metri), nel Porticciolo di S. Giovanni Li Cuti (tratto di 220 metri), e in Piazza Europa (per un tratto di 30 metri).

A chi servirebbe il waterfront se prima non si pensa a migliorare la qualità del mare?