Prosegue incessantemente l’attività di opposizione portata avanti dall’amministrazione comunale di Villafranca Tirrena nei confronti della “Gestam”, società operante da anni nell‘area ex Pirelli che ha già avviato l’iter per l’installazione di una piattaforma polifunzionale finalizzata alla gestione ed allo smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, incurante dell’inquinamento atmosferico che ciò potrebbe comportare ai danni non soltanto del territorio villafranchese ma dell’intero centro tirrenico messinese, in tal senso già terribilmente funestato dalla presenza di una raffineria, a Milazzo, capace di raffinare annualmente oltre 10 milioni di tonnellate di greggio.

Lo scorso mercoledì, infatti, il sindaco Matteo de Marco, il vicesindaco Giuseppe Cavallaro, il capogruppo di minoranza consiliare Antonio Celeste ed il legale del comune Fabio Pagano hanno partecipato, presso l’Assemblea regionale siciliana, all’audizione in IV commissione “Ambiente, territorio e mobilità” (presieduta dall’onorevole Giuseppe Savarino), vertente proprio su questa tematica. Nel corso dell’udienza, De Marco ha espresso in maniera netta e decisa la ferma contrarietà dell’Amministrazione alla realizzazione della piattaforma, evidenziandone i molteplici elementi di criticità riscontrati sia sul piano tecnico che su quello giuridico.

Alla luce delle risultanze dell’audizione (in cui la contrarietà di De Marco è stata condivisa da tutti i membri della commissione e dalla deputazione messinese), si è deciso di richiedere con urgenza un’audizione presso la commissione V.I.A. (Valutazione di impatto ambientale) al fine di esprimere, anche in questa sede, ulteriori valutazioni negative in merito alla richiesta di autorizzazione portata avanti dalla “Gestam”.

Già lo scorso 9 giugno, l’Amministrazione comunale di Villafranca aveva organizzato una manifestazione di protesta che aveva visto la partecipazione dell’Istituto comprensivo di Villafranca Tirrena, di associazioni e sindacati, di numerosi cittadini e famiglie, dei deputati regionali Franco De Domenico, Valentina Zafarana, Antonio Catalfamo e Pino Galluzzo, del sindaco di Saponara Fabio Vinci, del vice Bertino, del sindaco di Torregrotta Corrado Ximone, del vicesindaco di Rometta Pippo Messina (insieme al presidente del consiglio Andrea Cordaro ed all’assessore Giuseppe Saija).