Sei persone di nazionalità irachena e curda ieri hanno tentato di sbarcare clandestinamente a Giardini Naxos, dove erano giunti a bordo  di un motoveliero verosimilmente condotto  da G.V. (classe 1985, di nazionalità russa). I finanzieri saliti a bordo hanno trovato G.V. in possesso di “oltre 5.800 euro di denaro contante in diverse valute: dollari USA, rubli, euro, lire turche e kune croate”; l’uomo è ora in “stato di fermo di indiziato di delitto e rinchiuso nella Casa Circondariale di Piazza Lanza a Catania”. La Guardia di Finanza di Catania ha reso noto che uno dei  migranti ha indicato G.V. come “uno dei due conduttori che sin dalle coste asiatiche di partenza ha portato la barca a vela fino alle acque territoriali italiane”.

Quanto ai sei migranti, sono stati “denunciati a piede libero per il reato di immigrazione clandestina, e trasferiti nella struttura del CARA di Mineo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e per l’avvio delle procedure previste dalla normativa sull’immigrazione”.

Le foto del motoveliero KOA che ha trasportato i sei migranti sino a Giardini Naxos sono state concesse dai Finanzieri del Comando Provinciale e della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Catania.