“Il desiderio”, quel forte sentimento di possesso e di volontà di raggiungere l’oggetto, la persona o il sogno tanto ambito e cercato è il tema della nona edizione di Taobuk, festival del libro e della cultura a 360°, ideato e condotto da Antonella Ferrara.

L’evento si svolgerà dal 21 al 25 giugno.
Come ogni anno oltre tanti autori e testi di fama internazionale saranno protagonisti filosofi, artisti e intellettuali che con le loro opere, testimonianze e interventi cercheranno di esprimere al meglio il concetto di “brama” che da sempre ha spinto l’uomo ad agire nella società in maniera individuale e collettiva. Una forza istintuale indagata quindi da scrittori, registi e poeti che da secoli motiva l’essere umano a vivere e a lottare per soddisfare passioni e progetti.

Il tema scelto di quest’anno lo spiega Antonella Ferrara, ideatrice e presidente della manifestazione: «Abbiamo deciso di seguire il suggerimento di Oscar Wilde e cedere con entusiasmo a una tentazione persino più grande, quella di tessere l’elogio del desiderio, evidenziandone diverse e inedite sfaccettature, tra le infinite che il tema suggerisce da millenni a filosofi, artisti e naturalmente letterati. Desiderare, abbracciare un sogno, è tutt’uno con la voglia di progettare il futuro, è trovare uno scopo ed essere motivati a perseguirlo. Narratori, drammaturghi, poeti, non meno dei padri della psicanalisi, ci palesano che il desiderio dialoga con l’inconscio, si fa viatico di alte aspirazioni o di deriva verso l’abisso, né la pulsione si esaurisce con l’appagamento, sempre pronta com’è a rinascere, identica o sotto altre forme».

Il programma prevede incontri, mostre ed eventi, tra i momenti più importanti la serata della consegna dei Taobuk Awards, sabato 22 giugno alle 20.30 nel suggestivo  Teatro Antico di TaorminaTra gli ospiti internazionali lo scrittore inglese Ian McEwan.