B.O. nato in Guinea, classe 1999 con il permesso di soggiorno per motivi umanitari. E’ andato in escandescenza con il controllore del treno sul quale viaggiava senza biglietto. Lo stato di esagitazione non si è spento neppure alla vista degli Agenti della Polizia Ferroviaria, aggrediti da B.O. con calci e pugni. Gli agenti sono comunque riusciti a bloccarlo e ora nei suoi confronti pendono diverse accuse: reati di violenza, resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale, rifiuto di declinare le generalità e lesioni personali.