La riforma del Governo non viene contestata ma non si condivide il metodo di attuazione.

Questa mattina molti studenti hanno manifestato in Piazza Unione Europea.
Una iniziativa pacifica, da persone mature che, pur apprezzando la riforma ed il suo obiettivo, hanno espresso chiaramente la propria insoddisfazione per le modalità di attuazione.

Gli studenti chiedono che la riforma venga utilizzata con intelligenza, senza volontà di sfruttamento ed articolata in modo da far conoscere il mondo del lavoro nel quale, anche in base ai propri studi, aspirano ad inserisi.

Probabilmente occorre un chiarimento da parte del Ministero ma, crediamo, anche molto buon senso da coloro che in loco (Dirigenti scolastici) sono chiamati ad applicare la riforma in modo positivo e propositivo e non burocratico.