Non si fermano all’alt intimato dai poliziotti di Barcellona Pozzo di Gotto due uomini a bordo di una Fiat Panda nei pressi dello svincolo autostradale.

Cannistrà-GiuseppeSi tratta di Cannistrà Giuseppe, barcellonese di 29 anni, con precedenti di polizia.

È successo nel pomeriggio di ieri nel corso di un servizio appositamente predisposto per la prevenzione e repressione dei reati inerenti le sostanze stupefacenti, fortemente voluto dal V.Q.A. Rugolo Antonio, dirigente del Commissariato.

I poliziotti intimavano l’alt a due giovani che viaggiavano a bordo di una Fiat Panda che si immetteva sulla strada statale dopo aver pagato il pedaggio autostradale. L’autista, con una manovra repentina, si sottraeva al controllo ed accelerando si dava a precipitosa fuga, prontamente inseguito dalla volante.

Iniziava una folle corsa nel centro cittadino, durante la quale i due giovani si disfacevano, buttandolo dal finestrino, di una grossa scatola, successivamente recuperata. Al suo interno Kg 10,200 di stupefacente del tipo marijuana.

I fuggitivi proseguivano una rocambolesca fuga nelle vie cittadine, noncuranti del pericolo arrecato all’incolumità pubblica, imboccando strade contromano e speronando l’auto della Polizia. La Panda finisce la sua corsa contro un muro e i due malviventi cercano di fuggire a piedi. Uno riesce a far perdere le proprie tracce, l’altro viene fermato e arrestato.