NAVARRIA CARMELO ALDO

Il 23 giugno 2014, Carmelo Aldo Navarria è rimesso in libertà dopo aver scontato la pena definitiva di ventisei anni e mezzo di reclusione per sei omicidi (pena dell’ergastolo poi ridotta a trent’anni e infine a ventisei anni e mezzo di reclusione). Era l’uomo di fiducia a disposizione di Giuseppe Pulvirenti detto “U Malpassotu”, braccio armato di Nitto Santapaola. Cosa fa in tutto questo tempo di detenzione? Secondo le indagini della Procura di Catania, Carmelo continua a guidare il gruppo di Belpasso attraverso i propri generi – Gianluca Presti e Stefano Prezzavento – e la moglie Patrizia Paratore; inoltre, appena scarcerato torna al comando del gruppo mafioso alle dirette dipendenze del Francesco Santapaola arrestato nell’aprile del 2016 nell’ambito dell’indagine Kronos quale reggente dell’organizzazione mafiosa Santapaola-Ercolano.
Nei suoi confronti, oggi è stata esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari.