Cresce il numero degli immatricolati stranieri dell’Università di Messina.
In coincidenza con l’inizio dell’attività didattica per l’a.a. 2017/18 in molti Corsi di Laurea, sono 110, infatti, gli studenti provenienti da altri Paesi, a fronte di un totale di 169 nell’arco dei precedenti nove anni. Il dato rappresenta il frutto di un lavoro costante, intrapreso da quasi tre anni e teso alla diffusione di una riconosciuta e solida identità internazionale.

“Unime – ha detto il Rettore, prof. Pietro Navarra – attrae giovani provenienti da molti Paesi, cogliendo il risultato di un grande impegno cominciato in giro per il mondo, osservando le proposte delle fiere di settore o di altri Atenei. In questa maniera abbiamo potuto orientare i nostri corsi, in particolare quelli impartiti interamente, o in parte, in lingua inglese che continuano a vedere crescere il numero di partecipanti.
Quest’anno, riceviamo allievi da ben 27 Paesi stranieri e ciò prova che l’Università di Messina rappresenta una ricchezza ed un punto di riferimento straordinario.
Mi auguro che queste potenzialità vengano riconosciute affinché tutto il territorio possa beneficiarne. Il segnale è palese: si può stare al passo coi tempi ed essere attrattivi nei fatti, non solamente per i giovani del bacino locale. Attenzione, innovazione e modernità sono le chiavi di questo percorso.
Con questo trend numerico, in cinque anni, potremmo avere 600 immatricolati stranieri su un totale di circa 5000 annui e, dunque, più del 10% del totale

Sono due, in particolare, i Corsi di Laurea in cui le lezioni si svolgono in lingua inglese, più gettonati dagli studenti stranieri: International management (dove l’incidenza di allievi stranieri è maggiore rispetto ai colleghi italiani) e Engineering and computer science, entrambi magistrali.

Gli altri corsi che hanno accolto studenti di altri Paesi sono: Relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo; Metodi e Linguaggi del giornalismo; Lingue e letteratura straniere; Scienze motorie; Scienze economiche e finanziarie; Ingegneria elettronica e informatica; Psicologia clinica; Management del turismo; Economia aziendale; Informatica; Medicina e chirurgia; Odontoiatria; Scienze dell’informazione: Comunicazione pubblica e Tecniche giornalistiche; Scienze pedagogiche; Turismo e spettacolo. Tra i Paesi di provenienza, vi sono: Afghanistan; Argentina; Brasile; Egitto; Ghana; India; Nigeria; Russia; Siria; Togo; Ucraina; Vietnam.

Gli studenti giunti a Messina sono in parte beneficiari di borse di studio.
La maggior parte di loro risiede presso il residence della Cittadella Sportiva dell’Annunziata e fruisce di numerosi servizi messi a disposizione dall’Ateneo.