Un concerto emozionante e coinvolgente come e più del passato, non fosse altro che per la carica emotiva con cui il rapporto tra Teatro e città si sta connotando.
Il TVE chiama e Messina risponde!

Daniela Faranda

“È stato suggestivo toccare con mano l’affetto che i nostri concittadini hanno voluto esprimere, rendendosi parte di un progetto solidale, quale è l’annuale evento in favore della Croce Rossa. E non si può non rivolgere un plauso a chi ha fortemente voluto che il concerto avesse luogo: complimenti agli sforzi e l’impegno del Presidente Fiorino, del Sovrintendente Bernava, dei direttori artistici Celi e Pappalardo, nonché ai generosissimi sponsor privati e alla nostra comunità.
Ancora una volta si è dimostrato che con la buona volontà e le idee chiare si ottiene un risultato eccellente. Lo dicono i numeri, gli incassi di ieri, lo ha detto la platea entusiasta per l’esibizione di una orchestra straordinaria, diretta magistralmente e di un giovane eccezionale pianista .
Nota dolente, ma che non stupisce affatto, l’assenza del Sindaco, la sua è una mancanza umana e istituzionale, tangibile in ogni aspetto riguardi la vita di questa città, salvo poi far passerella per sciorinare dati discutibilissimi sulla sua presunta buona amministrazione. Un posto vuoto, quello lasciato ieri, che è l’allegoria di una governance della quale la nostra città, spero, si libererà presto”.

Daniela Faranda
Capogruppo FdI

**************

Intanto, in relazione ad un nostro servizio (Vedi), il Maestro Giovanni Renzo, cui confermiamo la nostra stima, ha inviato la seguente precisazione:

” Caro Direttore, leggo su MessinaWebTv “che la passata gestione avrebbe cancellato il concerto di capodanno“.
Siccome ritengo che vogliate essere cronisto ben informati e super partes ricordo che nel corso della mia direzione artistica ho fatto i concerti di Capodanno 2015 e 2016.
Il concerto di Capodanno 2017 era stato da me programmato già in primavera 2016 e cancellato (presente l’attuale Sovrintendente) a causa della mancata approvazione dell’impegno di spesa visto che il CdA era in quel momento mancante del numero legale per le dimissioni di alcuni componenti.
Ciò mi mise in difficoltà con gli artisti che avevo contattato e che tentavo di trattenere nella speranza di una soluzione che non arrivò.
Sarebbe forse meglio esporre le cose in maniera più corretta.
Grazie e buon 2018.”