Organizzato dalla ASD Messina Soccer School, “ Scuola Calcio d’Élite” del “Città di Messina” riguardante piccoli calciatori dai 5 ai 13 anni, rientranti nell‘Attività di Base della Figc Messina, si è svolto un interessante “Incontro Formativo”coordinato dal Dr. Chiavetta, Psicologo dello Sport.

Il tema, “Genitori, figli, sport: una sfida educativa e sportiva”, ha interessato un gran numero di familiari e calciatori in erba che hanno attivamente partecipato all’incontro.

Il Prof Aldo Violato, coordinatore regionale del Settore Giovanile e Scolastico Figc, presente all’incontro, ha apprezzato l’iniziativa ed ha invitato a raccogliere la sfida in una fase drammatica della nostra società nella quale la crisi educativa che sfocia anche in gravi episodi di bullismo è ormai sotto gli occhi di tutti. Alle società ha assicurato il supporto di Centri Federali regionali, già tre in Sicilia. Presto ne nascerà uno anche a Messina.

Sostegno assicurato anche dall’Attività di Base della delegazione di Messina, quest’anno totalmente riorganizzata e rilanciata con l’obiettivo di promuovere e riconoscere altre Scuole d’Élite. Un sostegno che va anche assicurato sul versante delle strutture sportive sollecitando gli Enti Locali a costruirne di nuove e ad affidarne la gestione con concessioni ventennali alle società sportive.

Il dott Chiavetta, coinvolgendo genitori e piccoli, ha approfondito alcuni aspetti psicologici fondamentali : “lo psicologo non cura solamente, ma nel caso specifico fa crescere le abilità, motiva, rende collaborativi superando gli scontri, le timidezze, l’ansia, ecc…, aiuta a concentrarsi”. Poi rivolgendosi agli allenatori li invita a imcoraggiare mentre i genitori devono essere moderati. I piccoli “devono essere accompagnati verso l’autonomia decisionale, avere il diritto di sbagliare correggendoli senza umiliarli, senza far perdere l’autostima e la sicurezza; alle critiche far seguire le proposte correttive”.