Da Legambiente Messina riceviamo e pubblichiamo:

Quest’anno la Befana dedica un pensiero al caro amico Filippo Romano, instancabile tessitore di Reti Sociali, che ci ha lasciati senza immaginare che una calza di caramelle era già in preparazione anche per la Buona Terra, la Rete Coltivatori Peloritani che lui stesso aveva contribuito a costruire.”

“Siamo giunti alla 27° edizione di questo originale premio che ha varcato con i suoi premi i confini dello Stretto arrivando persino…in Calabria!

Anche quest’anno sono state varie le candidature tra le quali scegliere i premiati per l’anno 2017, e non sono mancati i tentativi di tirare la Befana dalla…scopa. E’ un buon segno, vuol dire che questo premio è tanto atteso e ambito, vuol dire che quando in quel lontano 1992 i soci storici di Legambiente decisero di aggiungere alle Befane di settore (vv.uu., pompieri, bancari, ecc..) anche quella degli Amministratori, avevano visto giusto!

Il premio negli anni ha mantenuto le sue poche ma ferree regole:
1) il premio è nato per premiare amministratori e/o personaggi pubblici che nel corso dell’anno appena trascorso si siano distinti, nel bene o nel male, in interventi che hanno inciso sulla vivibilità della nostra città…e detta così sembra un premio “serio”!

2) Il premio è ovviamente nella tradizione befanesca: calze piene di carbone per i cattivi e di dolci per i buoni. Vista la penuria di buoni tra gli amministratori, la categoria è stata allargata spesso a rappresentanti delle associazioni di volontariato.

3) I premi sono accompagnati da una motivazione che, nelle intenzioni degli autori, dovrebbe essere ironica e fa appello al senso ironico dei premiati.

ELENCO PREMIATI BEFANA AMMINISTRATORI 2018

Esiste infine un “Regolamento non regolamento” al quale appellarsi, ma tanto è inutile, perchè non è ammesso ricorso, non è possibile emendare il “regolamento non regolamento”, non è possibile appellarsi a Babbo Natale … insomma il premio vu tiniti! I premiati, soprattutto i cattivi, hanno comunque la possibilità di replicare con un intervento non superiore ai 60 secondi (hanno già parlato abbastanza durante l’anno!).

I temi di quest’anno che hanno colpito particolamente la Befana degli Amministratori sono stati: vivibilità, rifiuti, il “buio” in varie zone cittadine, l’impegno di associazioni e cittadini per un futuro sostenibile.

****

(NdR): Come giustamente recita il “Regolamento non regolamento” non è possibile propoporre appello ma qualche “dimenticanza” ci permettiamo di sottolinearla:

Calza di carbone alla Giunta Comunale per non essere riuscita ad approntare in termini corretti e nei tempi previsti i Bilanci

Calza di carbone al Consiglio Comunale per la “pantomima” invereconda sulla sfiducia

Aggiungere un pò di carbone a Ialaqua per averci regalato Ciacci e per l’invenzione di MessinaServizi che al 31 dicembre ancora naviga a vista (Ginatempo parlava di due mesi…)

Calza con caramelle all’Ing. Cucè per aver dimostrato con l’impegno concreto che esistono anche bravi Dirigenti

Calza con caramelle all’Ing. Sciacca per la preparazione e lungimiranza dedicati alla città

Calza con caramelle alle sei Circoscrizioni: per rapporto vero e costante con i cittadini a dispetto di una non valorizzazione come previsto dalla normativa