L’Associazione Dilettantistica Polisportiva Odysseus Messina ha organizzato, sotto l’egida della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), la 11a edizione della Maratona “Antonello da Messina”, manifestazione Internazionale di corsa su strada sulla distanza della Maratona di km 42,195, la 10 Mezza Maratona “Eufemio da Messina” sulla distanza di km 21,097.

La Manifestazione si svolge all’interno della Maratona di Messina con partenza unica e la 9a “Shakespeare Run” sulla distanza di km 10,548 (2 giri del percorso. Per la categoria allievi/e è  stata prevista una prova su 5,274km corrispondente ad un giro del percorso. In tutto 700 partecipantiUna maratona internazionale se si considerano i tanti runner provenienti da Polonia, Giappone, Stati Uniti, Russia Ucraina, Messico e Gran Bretagna.

La Maratona di Messina 2019 è stata vinta dal forlivese  Lorenzo Lotti della Corri Forrest Associazione sportiva, classe 1986, il quale ha migliorato il suo record genovese di un minuto portandolo a 2h31’ 53.

“E’ il mio record. In un mese e venti giorni ho partecipato a quattro maratone, mantenendomi praticamente sempre su questi tempi.

Da 2h34’ all’odierno 2h31’. Pensavo di fare la corsa insieme a Puccio, ma verso il ventiduesimo chilometro è calato un po’ e da lì ho fatto la corsa da solo. Il percorso? A me è piaciuto tantissimo, era molto muscolare, non era piatto e c’era un po’ di dislivello. Faccio quindi i complimenti all’organizzazione ad alla gente di Messina, la Sicilia è fantastica” ha  dichiarato Lotti all’arrivo. Dietro di lui, al secondo posto don Vincenzo Puccio, che all’esordio ufficiale con la maglia dell’Athletica Vaticana ha chiuso in 2h38’55”. Terzo Massimo Buccafusca (Club Atletica Partinico) in 2h51’10”. Tra le donne, prima Matilde Rallo (Pol. Marsala Doc) in 3h59’52”. Ha preceduto Valeria Sturniolo (Pisa Road Runners Club), seconda in 4h02’28” e Anna Maria Matone (Marathon Club Minervino), terza in 4h18’41”.

Nella mezza maratona, Francesco Bonavita della Podistica Messina, in 1h19’38”   ha vinto per il secondo anno consecutivo, davanti a Giuseppe Gaudioso del Running Palmi, secondo in 1h20’57” e Luigi Ruggia della Podistilocri, terzo in 1h20’59”. Nella prova femminile Caterina Arco (Atletica Barbas) si è imposta con  1h32’38”. Sul podio anche le messinesi Maria Pistone (Forte Gonzaga) con il tempo di 1h35’47” e Clementina Picciolo (Polisportiva Monfortese Running), terza in 1h38’59”. Nei 10,548 km, tra gli uomini ottimo il successo di Francesco Nastasi (Ortigia Marcia) in 35’58”, seguito da Francesco De Caro e Giuseppe Trimarchi, entrambi della Podistica Messina, rispettivamente in 37’16” e 38’27”. Tra le donne in testa Nadiya Sukharyna della Torrebianca con 44’28”, seguita dalla britannica Valerie Anne Woodland della Podistica Messina in 47’56” e  terza Francesca Colafati della Fidippide Messina con il crono di 49’27”.

Tra gli atleti  alla sua prima maratona, Massimo Castorina messinese  volontario dell’Associazione Onlus LoveBridges che da 10 anni opera a Lokomasama in Sierra Leone dove ha realizzato diversi progetti, tra cui anche un centro medico per bambini.