È stata inaugurata al Palacultura “Antonello da Messina” la mostra di disegni del prof. Mario Manganaro che, per soli tre giorni, fino all’otto maggio p.v., offrirà al pubblico un accenno, per quanto significativo, di una figura di docente, di disegnatore e di uomo che, per i valori che ha saputo trasmettere, non deve scivolare nell’oblio.

Due anni fa il prof. Manganaro è venuto a mancare, ma qualcosa di ciò che ha lasciato lo si può ammirare nella mostra allestita nel foyer del Palantonello e lo si è chiaramente percepito nelle parole di stima e affetto dei relatori e nell’attenzione del numeroso pubblico presente alla conferenza.

Il prof. Vito Cardone è stato il primo a prendere la parole e a delineare il suo “disegno” di Mario Manganaro, collega e amico, “uomo discreto, lontano dai giochi di potere”, un incontro “tacito” fatto di poche parole, ma di grande intesa.
Il prof. Manganaro applicava la stessa attenzione, che è riscontrabile nei suoi disegni, anche nella cura dei suoi studenti e mostrava particolare interesse per ciò che essi gli sottoponevano. Scritti e relazioni, non venivano mai archiviati meccanicamente, ma letti, corretti giudicati, come ha ricordato il prof. Cardone, che ha auspicato che la figura di ricercatore e docente del prof. Manganaro venga messa in risalto quanto la sua attività di disegnatore che, grazie a questa mostra travalica l’ambito specialistico dell’università.

Di seguito la prof.ssa Laura Carlevaris ha parlato del contesto dell’UID, Unione Italiana per il Disegno, e di come il prof. Manganaro sia stato per lei e per molti altri una “guida” per individuare il percorso professionale da seguire e le mete da raggiungere. Orizzonti che il professore Manganaro, in maniera mite e con apparente semplicità individuava a colpo d’occhio.

fiumara d’arte

la finestra sul mare

Gli interventi del prof- Sereno Innocenti dell’Università di Brescia e del prof. Antonio Conte dell’Università degli studi della Basilicata hanno completato il ricordo del Docente, che assieme a molte altre testimonianze sono racchiuse nel catalogo della mostra “Mario Manganaro…. Un disegnatore generoso” pubblicato dall’EDAS. Di particolare interesse anche il documentario prodotto dall’Università degli studi della Basilicata e dall’UID.

ORIONE-E-FALCONIERI

È da sottolineare che una mostra così bella per i disegni esposti e così ricca di contenuti per la storia del suo Autore, meriterebbe un periodo di esposizione ben più lungo dei tre giorni previsti.

In ogni caso, i più accorti potranno visitarla secondo i seguenti orari:
• Domenica 6 maggio dalle ore 8.00 alle ore 20.00;
• Lunedì 7 maggio dalle ore 8.00 alle ore 19.00;
• Martedì 8 maggio dalle ore 8.00 alle ore 20.00.