I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina, nell’ambito degli ordinari servizi di controllo economico del territorio, hanno rinvenuto presso l’approdo dei traghetti che collegano la Sicilia con la penisola oltre 56 chilogrammi di marijuana all’interno del bagagliaio di una autovettura.

La sostanza stupefacente era nascosta in 6 grossi sacchi sigillati con nastro da imballaggio, nel tentativo di sfuggire ad un eventuale controllo dei cani antidroga.

Nel corso dei controlli effettuati dalle Fiamme Gialle sui mezzi in transito nella città dello Stretto, grazie alle sofisticate procedure di analisi di rischio elaborate e all’esperienza investigativa maturata dai finanzieri, nonché al fiuto del cane antidroga Sara, è stata individuata l’autovettura, all’interno della quale a seguito del controllo è stata rinvenuta la sostanza atupefacente.

Il corriere della droga è stato tratto in arresto in flagranza di reato per traffico di sostanze stupefacenti e successivamente sottoposto a custodia cautelare in carcere in attesa di giudizio.

L’operazione testimonia il continuo e quotidiano impegno delle Fiamme Gialle a tutela della legalità ed ha consentito di impedire l’immissione sul mercato dello spaccio di un considerevole quantitativo di droga, la cui vendita avrebbe potuto fruttare notevoli guadagni illeciti