Il 23 novembre al Comune di Taormina un’Assemblea Consiliare aperta ha proposto all’Amministrazione Comunale un “Atto di indirizzo” per promuovere e sostenere attività ed iniziative volte ad aiutare le donne vittime di violenza e soprusi.

In occasione del 25 novembre, giornata internazionale contro gli abusi nei confronti del genere femminile la politica, associazioni culturali, letteratura, teatro, arte e istituzioni scolastiche si sono unite per  dare voce e valore ad una problematica che da anni colpisce la  nostra società.

Un pomeriggio di sensibilizzazione  interessante e importante intitolato “Non vittime ma combattenti” in cui si è sviscerata la tematica, chiamando in causa la legalità, la testimonianza di chi ce l’ha fatta, il punto di vista dei ragazzi più giovani e la drammatizzazione di un testo.

La violenza bisogna riconoscerla e combatterla, avere la forza di dire basta, non vergognarsi e non sentirsi in colpa; educare sia gli uomini e le donne ai valori della vita; capire che un amore malato non è un ti amo; è all’interno della famiglia che spesso accadono i maggiori atti di violenza sono alcuni dei punti discussi.
All’incontro  sono intervenuti il sindaco Mario Bolognari, Lucia Gaberscek Presidente del Consiglio comunale, Francesca Gullotta Assessore ai servizi sociali, l’Avv. Carmen Currò Presidente Cedav di Messina e Concetta Restuccia Presidente Evaluna, Onlus e Centro anti violenza di Gaggi.
Presenza importante quella di Catena Giardina (Associazione l’Altra Metà)
 che da anni combatte contro la violenza sulle donne portando avanti la sua personale testimonianza, esempio di forza e volontà.

La serata si è conclusa con la performance teatrale di Annamaria Raccuja con la partecipazione di Rose Galante tratta dal libro di quest’ultima “Perchè non lo lascio”.
Momento molto toccante ed emozionante, che in poche battute ha racchiuso ciò che purtroppo succede in tanti rapporti non sani.
Significativo e delicato l’intervento degli studenti dell’Istituto comprensivo l  che hanno partecipato con cartelloni realizzati durante un progetto di attenzione a questo difficile argomento.
All’interno della programmazione dell’evento sarà possibile vedere fino  a giorno 26 novembre la mostra di pittura dell’artista polacca Wioletta Agnieszska Meler.

Oggi e domenica invece presso il Teatro Nazarena la piéce “T’amo più della mia vita” tratta da una storia vera a cura dell’associazione “L’altra Metà”.
Hanno collaborato all’iniziativa la Fidapa e l’associazione appena citata.

°°°°°°°° A Messina intanto …
Domani con inizio alle ore 14,30 al Salone delle Bandiere del Comune di Messina, il convegno “Contro ogni forma di violenza per un argine al Bullismo un Educatore Sociale con l’arte marziale del Karate.”
L’evento rientrante nel progetto La Sicilia e lo sviluppo del sociale nel Mediterraneo é promosso dall’Associazione Nova Spes Senectute con la collaborazione dell’Msp Italia sez. Messina ed il patrocinio della Regione Sicilia Assessorato turismo, sport e spettacolo.
I lavori saranno moderati dall’avv. Silvana Paratore.