barbara bregamo
Venti mila euro e una BMW in regalo, tanto avrebbe pagato Barbara Bregamo (nella foto) per far uccidere il marito, l’imprenditore Santo Giuffrida. L’omicidio è commesso nella notte tra il 9 e il 10 dicembre 2002, nell’abitazione della coppia dove al marito è inoculata una sostanza velenosa. Tutti credono al decesso per cause naturali, almeno sino al 2016 quando la persona assoldata per organizzare l’omicidio, Luciano Cavallaro, accetta di collaborare con la Giustizia e racconta un’altra versione dei fatti.
Nei confronti della Bregamo, oggi è scattata la misura cautelare degli arresti domiciliari.