I militari della Compagnia Carabinieri di Taormina, nell’ambito dei servizi tesi al contrasto degli stupefacenti sul territorio, reati contro la persona e contro il patrimonio nel periodo natalizio ed impegnati inoltre ad evitare furti e rapine presso esercizi commerciali hanno tratto in arresto tre soggetti del luogo in ordine ai reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, lesioni personale aggravante ed un arresto in ottemperanza ad ordine esecuzione di detenzione domiciliare.

Nel territorio di Savoca i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto un 51enne italiano, Smiroldo Francesco, già conosciuto alle forze dell’ordine per lesioni personali aggravate nei confronti del proprio padre.

L’uomo allo scopo di farsi consegnare una somma cospicua di denaro colpiva ripetutamente il proprio genitore con un bastone in legno causandogli delle lesioni. Solo l’intervento immediato dei carabinieri ha scongiurato il peggio. Espletate formalità di rito e dopo il sequestro del bastone l’uomo è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione di Giardini Naxos in attesa di essere giudicato con rito direttissimo innanzi alla competente Autorità Giudiziaria di Messina.

In Santa Teresa di Riva i militari della locale Aliquota Operativa hanno tratto in arresto un cittadino italiano 65enne, Castorina Salvatore, per spaccio di sostanze stupefacenti del tipo marijuana.

Il pusher già seguito da tempo dai militari è stato sorpreso mentre cedeva dietro compenso un involucro contenente sostanza del tipo marijuana. Corso perquisizione personale veniva rinvenuta anche una somma di denaro provento dell’attività illecita dell’uomo. Somma di denaro che poi è stata sottoposta a sequestro e sarà depositata presso apposito conto corrente dello stato.

Anche in questo caso, espletate formalità di rito l’uomo è stato trattenuto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

In Letojanni, militari della locale stazione, hanno tratto in arresto un soggetto già conosciuto alle forze dell’ordine 54enne, Longo Paolo Giovanni in ordine ad un esecuzione di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina, ufficio esecuzioni penali, dovendo lo stesso espiare una pena di mesi 7 scaturito da un arresto dei carabinieri nel 2014 per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Numerosi i controlli alla circolazione su strada da parte i militari oltre che diversi gli assuntori di sostanze stupefacenti segnalati al Prefetto di Messina al fine di rendere il territorio più sicuro durante tutte le festività.