Nel Salone delle Conferenze della sede ANIA di Roma si é tenuta la cerimonia per l’assegnazione delle borse di studio dei vincitori del Secondo Premio Tesi di Laurea sulla Sicurezza Stradale “Sandro Salvati”.

Concorso riservato agli studenti che hanno discusso la tesi di laurea in un’ università italiana dal 1° novembre 2015 al 31 marzo 2017. Sono stati due su tre i concorrenti, anzi le concorrenti messinesi premiate.

Area 1 – Sociale, comunicativa ed umanistica
Area 2 – Giuridico economica
Area 3 – Tecnica ed ingegneristica

Durante la cerionia Maria Bianca Farina, Presidente di ANIA e Fondazione ANIA ha proclamato i vincitori:

AREA 1
Tesi vincitrice

Dalla prevenzione degli incidenti stradali ad una nuova cultura della mobilità. Valutazione degli effetti della campagna di sicurezza stradale Icaro promossa dalla Polizia di Stato

Autore: Alessia Iovine
La Sapienza Università di Roma

Motivazione: “Tesi premiata per la ricchezza di argomentazione e per il grande lavoro di approfondimento che è stato svolto. Molto apprezzata la raccolta dati contenuta nel capitolo finale della tesi, attraverso la quale si può ricavare una puntuale e dettagliata fotografia dei comportamenti a rischio che adottano i giovani al volante”.

AREA 2
Tesi vincitrice

La nuova fattispecie di omicidio stradale tra tutela penale effettiva e ligislazione simbolica

Autore: Erika Pajno
Università degli studi di Messina

Motivazione: “Tesi premiata per la completezza e la qualità di argomentazione. Particolarmente apprezzata per i molti riferimenti dottrinali e di giurisprudenza, che ne fanno un utile strumento operativo per il settore assicurativo nell’inquadramento e nell’analisi della nuova fattispecie penale dell’omicidio stradale”.

Siamo riusciti a contattare la dott.ssa Alessia Iovine:
tesi-9“Ho conseguito la laurea in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni il 1 dicembre 2015 all’Università La Sapienza di Roma. Sono venuta a conoscenza del bando di concorso ed ho inviato la mia tesi di laurea nel mese di febbraio, non credendo che avrei potuto vincere. Nel mese di luglio sono stata contattata da parte dell’Ania per comunicarmi che ero una dei tre vincitori. Non volevo crederci! Non sapevo quanti partecipanti ci fossero, ma comunque ritenevo di aver fatto un ottimo lavoro, avendo dedicato alla stesura della tesi quasi un anno.

tesi-2Adesso mi aspetta una nuova avventura.
Avevo accettato il premio in denaro, ma il giorno della premiazione, mi è stata offerta la possibilità di rimanere presso la fondazione Ania di Milano nel settore delle risorse umane occupandomi della formazione. Sono molto entusiasta per il percorso che dovrò intraprendere. So che dovrò impegnarmi molto accettando questa volta una sfida che comunque non mi spaventa!”

La nostra redazione augura alle “nostre ragazze” che questa esperienza dia un’accelerazione al loro percorso di crescita personale e professionale, così che possano realizzare i propri sogni raggiungendo i loro obiettivi.