La piazza, le strade, le spiagge di Stromboli fino al 1 luglio sono il palcoscenico della FESTA DI TEATRO ECO LOGICO: l’unico festival interamente realizzato senza l’uso di corrente elettrica. Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero e hanno raccolto uno straordinario successo fra gli Strombolani e i villeggianti: segno che la scelta di riportare al centro del teatro la relazione fra uomo e natura è molto apprezzata da artisti e spettatori.

Tema dell’edizione 2018 della Festa di Teatro Eco Logico è “meravigliose creature“: tutti quegli esseri tra la realtà e la fantasia, tra l’animato e l’inanimato che popolano da sempre l’immaginazione degli uomini come ne “La favola del figlio cambiato” di Pirandello, spettacolo in prima nazionale diretto da Alessandro Fabrizi o nel “Frankestein” di Mary Shelley che fa da filo conduttore di tutta la kermesse. Tantissimi gli appuntamenti degli ultimi giorni che spaziano dalla scienza ai laboratori per bambini, dalla musica al teatro per celebrare il fascino di un luogo unico dove acqua e fuoco si incontrano sotto lo splendente cielo del mediterraneo.

I prossimi appuntamenti:

GIOVEDI 28 GIUGNO

h 17 Sagrato della Chiesa di San Bartolo
Laboratorio Enel Green Power con Emanuele Di Girolamo

h 18 Casa Carlotta
TAMBORA: L’ERUZIONE GLOBALE
Micol Todesco (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) e Guido Giordano, Presidente dell’Associazione Italiana di Vulcanologia e docente di Vulcanologia presso l’Università Roma 3, ci parlano dell’eruzione che provocò “l’estate in cui l’estate non venne”.

h 19.30 Casa del Sole
LA FAVOLA DEL FIGLIO CAMBIATO
di Luigi Pirandello, a cura di Alessandro Fabrizi
con Beatrice Aiello, Cristiano Demurtas, Alessio Esposito, Elena Fazio, Leonardo Gambardella, Paula Langton, Laura Mazzi, Giulia Mombelli, Ezio Spezzacatena, Elodie Treccani e gli attori del Seminraio per Voce e testo
Costumi di Marina Sciarelli Assistenti ai costumi:Alice Battilani, Valentina Compagnucci

In questa Favola si narra di un popolo notturno, “Le Donne”, che durante la notte vanno a scanbiare i figli nelle culle. Ad una madre sostituiscono il sano e paffuto figlioletto con uno malaticcio e deforme. La madre disperata corre da Vanna Scoma, una fattucchiera del paese per sapere come riprendersi il figlio. La maga ha saputo che il figlio trafugato è stato portato al palazzo di un re e potrà essere allevato e cresciuto tra il lusso e gli agi se lei si prenderà cura con affetto del bimbo deforme.

h 21.30
PROMETEO di e con Vittorio Continelli

Discorso sul Mito è un progetto di racconto sulla mitologia classica, una raccolta di storie che ci accompagnano da migliaia di anni e che ci portano per mano. Inconsapevolmente noi le portiamo per mano, ampliandone i confini, modificandole, servendocene come mappa, guida o entrambe le cose. Per la festa di Teatro Eco Logico il racconto avrà come protagonista Prometeo il titano. Prometeo è colui che porta il fuoco ai mortali. Il fuoco della tecnica, del progresso. Il suo gesto cambia l’ordine del mondo, per questo gli dèi lo puniscono incatenandolo a una rupe. Da lì continua a porre domande a noi beneficiari dei suoi doni.

VENERDI 29 GIUGNO

h 18
UNO STRAPPO NEL CIELO DI CARTA
incontro con Paolo Carignani (psicoanalista) e Emanuele Coco (filosofo della scienza)

Lo psicoanalista Paolo Carignani e lo scrittore e filosofo Emanuele Coco ci offrono spunti di riflessione e ulteriori suggestioni a partire di due figure protagoiniste della Festa: il Pinocchio di Collodi e la Vanna Scoma della “Favola” di Pirandello. Sono riflessioni sul nostro Sé, discutendo di scienza e magia, di umano e non umano, di superstizione e verità. Sapremo così della storia dello sciamano Quesalid e dell’avvincente disputa tra lo scrittore Arthur Conan Doyle e il mago Houdini. L’incontro mescola idee e letture da vivo, svelandoci vicende umane e riflessioni sulla nostra dimensione psicologica ed esistenziale, in un percorso che va dalla certezza al dubbio.

h 19.30
DORA MAAR
Concita De Gregorio legge il suo monologo dedicato alla Musa di George Bataille, Paul
Eluard, Pablo Picasso e Jaques Lacan

h 22.00
CRISTINA DONADIO legge FRANKENSTEIN (QUARTA PARTE)
a cura di Cristiano Demurtas

SABATO 30 GIUGNO

h 17.30
FRANKENSTEIN: WHO IS WHO?
incontro con Nadia Fusini

Nadia Fusini, autrice tra l’altro di pagine formidabili su Mary Shelley (in “Nomi”, Donzelli) ci invita a cogliere temi e questioni che si agitano nella più famosa storia gotica di tutti i tempi.

h 19.30 Cimitero Vecchio
PICCOLI FUNERALI
a cura di e con Maurizio Rippa e Amedeo Monda alla chitarra

“Con gli anni molti affetti sono andati via, parenti, amici cari. Mi sono trovato spesso a funerali di persone che amavo, ed amo ancora, e oltre al dolore per la perdita ho spesso sentito un fastidio perchè mi sembravano dei modi di salutarli così inadatti a loro, per la vita che avevano condotto, per il loro carattere. Spesso mi sono chiesto come avrebbero desiderato essere salutati, sempre mi sono chiesto quale musica o canzone avrebbe addolcito quel saluto. Da qui nasce un concerto dedicato a chi non c’è più per salutare gli amici scomparsi come ultimo atto d’amore” Maurizio Rippa

DOMENICA 1 LUGLIO

h 18 Luogo da definire
FRANKENSTEIN E LA SCIENZA TRA SETTE E OTTOCENTO
incontro con Emanuele Coco (filosofo della scienza)

h 19 Luogo da definire
MAYA SANSA legge FRANKENSTEIN (QUINTA PARTE)
a cura di Cristiano Demurtas

h 21.30 Megà
PIGMALIONE E ALTRE METAMORFOSI
concerto di Gianluca Misiti (pianoforte) con Raffaella Misiti (voce) e Annalisa Baldi (chitarra)

ED INOLTRE:

dal 25 Giugno al 1 Luglio
h 10, Bar Ingrid
CHIACCHIERE DA BAR

Vi aspettiamo tutti al Bar Ingrid, ogni mattina, per chiacchierare sugli eventi del giorno precedente in compagnia di Federico Raponi.

fino al 30 Giugno h 14.30
ARCANI MAGGIORI  cura di Vera De Propris e Marco Angelilli

Incontri informali e giocosi sui Tarocchi marsigliesi, nella lettura interpretativa di Alejandro Jodorowsky. Gli Arcani Maggiori hanno il potere di trasformarci, penetrando l’universo dell’inconscio e portandone alcuni aspetti alla coscienza. Ogni incontro prevede il tiraggio di 3 o 4 carte, che verranno rivelate, raccontate ed esperite, attraverso letture, esperimenti giocosi, pratiche ed azioni estemporanee.

LABORATORI PER BAMBINI
h 17-19, Sagrato della Chiesa di san Bartolo

dal 23 al 27 Giugno
THE SEA OF TIME
presentato da Aeolian Islands Preservation Fund, a cura di Fiona Sansone
Il laboratorio si rivolge a bambini dai 6 anni in su. Dalla lettura del libro ‘Nel paese dei mostri selvaggi’ di Maurice Sendak e attraverso il gioco teatrale, si indagherà il rapporto tra infanzia e natura. Un laboratorio di sensibilizzazione sul tema dei rifiuti marini e sulla presa di coscienza del divenire grandi nel rispetto del luogo che ci accoglie. I rifiuti marini si trasformano in approdi di nuove storie, bottiglie che portano un messaggio di salvezza, vulcani, mappe geografiche fatte di tappi, plastica, punti, nodi, strappi, disegni. La performance finale metterà in scena la rappresentazione della realtà dei bambini che si rifugiano in un mondo ideale in cui la natura è padrona. Attraverso il workshop i bambini acquisiranno competenze eco-educativo artistiche, con l’obiettivo di garantire la salvaguardia delle meraviglie che la natura di Stromboli e delle Isole Eolie regalano.

dal 28 Giugno al 1 Luglio
L’UOMO CHE ACCENDEVA LE STELLE
presentato da Enel Green Power. a cura di Emanuele Di Girolamo
Con questo laboratorio, dedicato ai ragazzi della fascia d’età dai 7 ai 12 anni, si vuole stimolare una riflessione su alcuni concetti relativi all’Energia e la promozione di stili di comportamento responsabili.
Le attività prenderanno il via da alcune semplice domande: cos’è l’Energia? Quante forme di Energia conosciamo? Come possiamo trasformarla e conservarla? Quando, invece, la sprechiamo? Quali fonti di energia sono rinnovabili? Queste domande saranno introdotte di volta in volta da un breve racconto che presenterà i temi del giorno. Partendo da qui, attraverso attività pratiche, giochi, disegni e brainstorming i ragazzi avranno modo di toccare con mano l’argomento e di applicare ad esso la propria fantasia. Si costruiranno pian piano i tasselli di una storia comune, da raccontare tutti insieme alla fine del Laboratorio.

DAL 28 GIUGNO:

ENEL GREEN POWER CLASS40
Enel Green Power dallo scorso anno è partner tecnologico dell’imbarcazione del team Andrea Fantini Racing che affronterà nel 2018 la traversata oceanica in solitario Route du Rhum e altre regate nel mediterraneo. La barca chiamata Enel Green Power, attrezzata con sistemi innovativi di generazione e accumulo da energie rinnovabili sarà 100% eco-power entro il 2018 e sosterà nei mari di Stromboli dal 28 Giugno al 1 Luglio. Appassionato di mare e di barche fin da bambino, lo skipper Andrea Fantini negli ultimi dieci anni ha navigato in tutto il mondo a bordo di barche prestigiose come il Class40 e il VOR70 di Giovanni Soldini, sempre con l’obiettivo di passare alle regate oceaniche e in solitario. Ma per un progetto così complesso l’abilità di skipper, da sola, non basta: bisogna costruire un team, reperire risorse e competenze e incontrare partner che accettino la sfida. Questo succede nel 2017, quando attorno al suo progetto sportivo si consolida una rete di Partner capeggiata da Enel Green Power, la divisione globale per le energie rinnovabili del Gruppo Enel. Per questo biennio Andrea navigherà su Class40, un’imbarcazione progettata per regate oceaniche in solitario o in equipaggio ridotto, che proprio grazie alle tecnologie di Enel Green Power è equipaggiata con sistemi di generazione e accumulo da energie rinnovabili, diventando un vero e proprio laboratorio galleggiante di sperimentazione nelle energie pulite. Nel 2017 Andrea partecipa alla prestigiosa regata transatlantica Transat Jacques Vabre, ma è costretto al ritiro a causa dell’impatto con un UFO (oggetto galleggiante non identificato), ennesimo segnale d’allarme sull’inquinamento nei nostri oceani.

DONA E VINCI!
Un giro nel mare di Stromboli su Class40.
Puoi vincerlo con una semplice donazione alla Festa. Tra le donazioni più generose, verranno estratti 36 fortunati per un esclusivo giro su questa barca unica al mondo, in piccoli gruppi di 4, con il grande Andrea Fantini