CULTURA E MULTIMEDIALITA’ I CAPISALDI DELLA MOSTRA DI GRANDE RICHIAMO INTERNAZIONALE.
IN ARRIVO CARAVAGGIO ED ANTONELLO DA MESSINA

Cultura e nuove tecnologie. Su questi due elementi si basa “Unescosites – Italian Heritage and Arts”, la mostra multimediale dei Siti UNESCO Italiani e Siciliani, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, in corso a Palazzo Corvaja, luogo simbolo di Taormina.

“Unescosites è rivolta essenzialmente ai giovani – ha dichiarato Roberto Celli, Ceo e founder di Beni Culturali. Cultura e nuove tecnologie sono gli elementi che questa iniziativa vuole mettere insieme per lanciare un messaggio, al futuro e ai grandi fruitori che sono le nuove generazioni ed il turista internazionale. Noi siamo convinti di dare un contributo al turista consapevole sempre più influente, e che vuole trovare da solo le seduzioni per costruirsi il proprio viaggio nei siti Unesco siciliani. In mostra vi è un bellissimo docu-film che proietta vari film, anche internazionali, girati in uno scenario di luoghi meravigliosi, senza che si sapesse che fossero siti Unesco. Ora, attraverso la mostra, si potranno riconoscere quei luoghi e, perché no, decidere di andarci”.

Unescosites è stato scelto come il grande evento che apre ufficialmente la stagione delle iniziative internazionali in programma a Taormina, palcoscenico del mondo in occasione del G7. Promossa insieme al Comune di Taormina, la mostra è realizzata da Beni Culturali in collaborazione con Art Glass ed organizzata insieme alla Expo di CT e a RossoSicily.

In occasione della Press Preview, entusiasta Anthony Barbagallo, Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia: “Unescosites offre tutte le condizioni per valorizzare la Sicilia sotto il profilo del turismo culturale, a mio giudizio il settore del turismo più importante per la destagionalizzazione e credo che iniziative come questa mostra, possano dare davvero un contributo importante per aumentare le presenze turistiche nella nostra regione. E’ una mostra peculiare che racconta l’Italia e soprattutto la Sicilia in vista del G7”.

“E’ un evento imperdibile – ha dichiarato il Sindaco di Taormina Eligio Giardina – il primo con il quale ci confrontiamo aspettando il grande appuntamento mondiale per la nostra città e siamo convinti che avrà un successo enorme perché è proiettato al futuro. In accordo con l’organizzatore Roberto Celli, nel corso della mostra stessa, intendiamo implementare gli elementi di richiamo con capolavori d’arte assoluti tra cui un’opera sublime del Caravaggio“.

Un consenso unanime al lavoro di Beni Culturale è arrivato, fra glia altri, da Salvatore Cilona e Mario D’agostino, rispettivamente assessori al Turismo e ai Beni Cultuali del Comune di Taormina e dal Sindaco Metropolitano di Messina, Renato Accorinti che, con un intervento appassionato, ha ribadito il valore dei grandi progetti culturali come motore indispensabile per far partire il Sud, e la Sicilia in particolare, che vanta bellezze straordinarie riconosciute a livello mondiale.

Unescosites è stato per l’appunto definito dalle Istituzioni l’ evento culturale più rappresentativo in vista del G7, un’esposizione che porterà ad un viaggio seduttivo attraverso il ricco patrimonio culturale ed artistico del nostro Paese, capace di ricreare le atmosfere di alcuni tra i più affascinanti luoghi riconosciuti dall’UNESCO. Tale percorso viene realizzato mediante le più avanzate tecnologie e si avvale della tecnica della rappresentazione tramite “realtà aumentata indossabile” su smartglasses, efficace ed interpretativa innovazione tecnologica del XXI secolo.

“Edutainment”, crescere culturalmente divertendosi, è un concetto essenziale per Unescosites. Si parte dal fruitore, dallo studente, dal turista, dal cittadino, facilitandone la costruzione di una esperienza ricca e memorabile, un’opportunità di conoscenza, arricchimento, crescita, curiosità e non da ultimo, divertimento. Il turista consapevole è colui che, nel crearsi il viaggio, vuole trovare da solo le seduzioni che poi potrà godere. Questa mostra è un modo per soddisfare la voglia di unicità del turista moderno, per far sì che il viaggio diventi qualcosa di più profondo. Grazie alle nuove tecnologie tutto questo è possibile.

In sede di conferenza stampa, presentata anche la prestigiosa collaborazione tra ENEA e Beni Culturali che si colloca sul terreno del recupero e della rifunzionalizzazione del patrimonio culturale attraverso l’innovazione tecnologica finalizzata alla sua valorizzazione attiva, anche con lo scopo dichiarato di sfruttarne l’impatto economico derivante dalla loro fruizione. “I beni culturali – ha dichiarato Roberto Celli – sono una vera e propria FONTE DI ENERGIA per giunta, ALTERNATIVA. Alternativa ad un modello economico ‘fossile’ che tanti danni ha causato in tutti questi anni e, inoltre, sostenibile socialmente ed economicamente, continuamente rinnovabile e capace di generare reddito e aumentare il PIL, Enea è l’ Ente che di Energia e Sostenibilità davvero si occupa da sempre”.

La mostra si protrarrà almeno fino a tutto il mese di maggio e sarà aperta al pubblico con i seguenti orari:
Martedì- Giovedì: 10.00 – 19.00
Venerdì – Domenica: 10.00 – 22.00