E’ in corso di svolgimento al Monte di Pietà la mostra “Affinità Elettive”. Il titolo sottolinea il fatto che non si tratta di una semplice collettiva, bensì di un’esposizione d’arte che vuole evidenziare il legame che lega questi otto pittori messinesi: Alvaro, Cannistraci, Mantilla, Rigano, Samperi, Santoro, Serboli e Togo.

CANNISTRACI-E-SANTOROSERBOLIStorie diverse, costrutti artistici che reclamano indipendenza e unicità, ma un unico fiume, sotterraneo, alimenta la loro arte: Messina. Città che ad alcuni ha dato i natali, li ha visti crescere, trovare ispirazione, incontrarsi, scontrarsi, allontanarsi e, a volte, tornare.

SAMPERITOGOGuardare le loro opere è un percorso che spiazza e coinvolge ad ogni quadro; le affinità visive dello spettatore dettano legge e lo attraggono o lo sottraggono dalle opere che guarda, perché in ognuna di esse trova un tassello della propria anima o vede ciò che vuole tenere a distanza.

MANTILLARIGANOAncora di più che nelle esposizioni personali, questa mostra offre l’occasione, non di confrontare, ma di assaporare in un unicum l’arte di questi prestigioso artisti.

La mostra sarà visitabile fino al 28 agosto 2017.