Si inaugura oggi l’edizione numero 30 del Salone del Libro di Torino. Nonostante la rottura con l’Associazione italiana editori (Aie) e la nascita della fiera del libro di Milano (“Tempo di Libri” tenutasi dal 19 al 23 aprile), la manifestazione si presenta più ricca che mai.

salone2017_gipi30

Tanti gli autori amati dal grande pubblico che saranno presenti all’evento. Si va da Pennac che dialogherà con Sandro Veronesi sull’ultimo capitolo del ciclo “Il caso Malaussene”, al premio Pulitzer Richard Ford, da Luis Sepúlved a Roberto Saviano ed Annie Ernaux passando per Amitav Ghosh ed Alicia Giménez Bartlett.

Promettono poi il tutto esaurito incontri come quello che vedrà Luciana Littizzetto parlare del suo “La bella addormentata in quel posto” insieme a Maria De Filippi, le conversazioni con Maurizio De Giovanni, o fra Corrado Augias e Luciano Canfora.

Ci sarà anche una sezione dedicata all’Italia che risorge dal terremoto dal titolo “Il futuro non crolla”.

I visitatori potranno scegliere tra più di 1.200 appuntamenti disseminati nelle 30 sale a disposizione del pubblico.

Il Salone si svolgerà su 45 mila metri quadri di superficie espositiva dei padiglioni del Lingotto Fiere, circa 11 mila i metri quadri commerciali (il 10% in più dello scorso anno) occupati da 424 titolari di stand (nel 2016 erano 338), a cui si sommano i 9 stand dei progetti speciali.

Le case editrici presenti sono 390 con stand proprio, e altri 360 ospitati da stand di colleghi. Da sottolineare la presenza di 10 fra case discografiche ed editori musicali accolti nell’area ad essi dedicata e da quelle inserite nei 12 spazi regionali di Piemonte, Toscana (regione ospite), Basilicata, Calabria, Friuli, Lazio, Marche, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e Valle d’Aosta, oltre all’area di Matera 2019, e nei tre stand internazionali di Cina, Romania e Marocco, che insieme accolgono all’incirca altre 300 realtà editoriali dei loro territori.

Ispirato, nelle sue sezioni tematiche, dal filo conduttore “Oltre il confine”, il programma dell’edizione 2017 si apre verso nuove dimensioni non solo in termini di contenuti, ma anche dal punto di vista degli spazi fisici e degli orari. Si potrà assistere ad un reading di “Ventimila leghe sotto i mari” di Jules Verne a bordo di un sommergibile ancorato lungo il Po o a bordo di una mongolfiera ascoltare le parole di “Viaggio al centro della Terra” di Jules Verne.

Tanti inoltre gli eventi che animeranno ogni giorno, fino a tarda sera, le location più suggestive di Torino e di altre 15 località del territorio provinciale e regionale grazie a “Salone off”.