Oggi, mercoledì 12 settembre, nella Sala Ovale di Palazzo Zanca, si è tenuta la conferenza sul patrimonio culturale e archeologico, patrocinata dall’Unesco, che avrà come protagonista l’altopiano dell’Argimusco, il sito megalitico nei pressi di Montalbano Elicona che da decenni attrae ricercatori, astronomi e archeologi per la particolare conformazione del sito, disseminato di gigantesche rocce antropomorfe e geomorfe.

La Conferenza, promossa dall’Icahm (Comitato Scientifico Internazionale per la Gestione del Patrimonio Archeologico) e dall’Icomos (consulente professionale e scientifico della Commissione Unesco) è stato un evento di portata scientifica e culturale internazionale. Hanno partecipato professionisti e ricercatori provenienti da 32 Paesi diversi, geologi, archeologi, ricercatori, esponenti di università ed enti di ricerca italiani e stranieri, rappresentanti di istituzioni e studiosi provenienti da ogni continente.

Dal 25 al 28 ottobre a Montalbano, la conferenza affronterà diversi temi relativi alla gestione del patrimonio.
Gli esperti analizzeranno il sito megalitico dell’Argimusco, potenziale candidato Unesco, dove verranno testate alcune tecniche non invasive per lo studio dei siti naturalistici ed archeologici, con la partecipazione dell’Agenzia Spaziale Europea.

Hanno partecipato il Sindaco di Montalbano Elicona, Filippo Taranto, la Responsabile Comitato Organizzativo Conferenza ICAHM-ICOMOS 2018, Erminia de Francesco, il giornalista Gianluca Rossellini, l’incaricato alle Attività Promozionali turistiche Antonino Sapienza e l’Assessore alle Attività Produttive e Promozionali di Messina, Dafne Musolino.