Roberto M. Gennaro insegna Diritto penale e Criminologia nel Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Catania. È autore di saggi sul carcere, in particolare sulla condizione degli stranieri, sui fenomeni di criminalità organizzata nell’economia e di corruzione nella P. A., sul traffico di beni culturali.
Del suo ultimo libro “Turismo sessuale tra libertà individuale e controllo penale” (112 pagine, pubblicato nel 2018) scrive: “Dal turismo alle libertà sessuali, dallo sfruttamento dei minori ai nuovi profili del controllo penale, fino ai contributi delle scienze sociali alla conoscenza giuridica.
Un tema dai risvolti complessi (giuridici, politici, economici, etici e sociologici), come complesso è ormai il rapporto fra il diritto e le moderne società multiculturali e globalizzate.
Una prospettiva integrata sembra l’unica in grado di decodificare la realtà, dando anche un senso più ampio al lavoro del penalista e riconoscendo alle scienze sociali la capacità di descrivere quelle dinamiche sulle quali diritto e politica sono chiamati ad intervenire.
Una riflessione, dunque, sul confine tra diritto e non-diritto, sul rapporto tra sistema giuridico e gli altri sistemi sociali, sull’uso distorto che oggi si fa della risorsa penale”.