“Un libro sogna. Il libro è l’unico oggetto inanimato che possa avere sogni”.
Come in un sogno è facile trovarsi sugli spalti gremiti di un circo, poi, su una giostra con Alì Babà e i 40 ladroni; a tu per tu con animali selvatici ed un attimo dopo su una caravella diretti a scoprire L’America.

È possibile, basta aprire un libro per far “saltar fuori” innumerevoli meraviglie.

In questo caso, la magia ha un riferimento ben preciso: i libri tridimensionali, conosciuti nel mondo anglofono come libri Pop up. Creature animate che aspettano solo che si apra lo scenario per mostrare, con un po’ di vanità, cosa riescono a costruire partendo dal semplice foglio di carta.
Non solo libri per bambini, che sono stati i primi fortunati ed ignari possessori di questi tesori, ma vere e proprie opere d’arte che hanno coinvolto personaggi come Andy Warhol o Vojtěch Kubasta geniale e rivoluzionario illustratore che ha racchiuso tutta la magia praghese nei suoi libri animati.
Immaginate di moltiplicare per 100 volte la meraviglia e di entrare, come in un gioco, in una dimensione magica che coinvolge il luogo, gli oggetti e chi, anche ignaro, si scoprirà “apprendista stregone”.

Sarete arrivati alla mostra “Pop-up. La magia dei libri” allestita dalla Fondazione Culturale Hermann Geiger di Cecina (LI). Massimo Missiroli ha messo a disposizione la sua splendida collezione di opere di maestri della cartotecnica di ieri e di oggi, come Ernest Nister, Robert Sabuda, del citato Vojtěch Kubašta e la Fondazione ha costruito un percorso scenografico di pari bellezza.

La mostra, ad ingresso gratuito, proseguirà sino al 18 febbraio 2018, dalle ore 16.00 alle ore 20.00.
Fortunato chi può andare, per tutti gli altri c’è il sito internet: www.fondazionegeiger.org che illustra anche le precedenti, bellissime, esposizioni.