Il successo indiscutibile del Concerto di Capodanno ha risollevato il morale di molti messinesi.

Il tradizionale concerto abolito dalle vecchia gestione (*) e fermamente voluto da Egidio Bernava, Luciano Fiorino e Matteo Pappalardo è stato un successo artistico e di pubblico che oltre a dimostrare la bravura dei musicisti e la dedizione delle maestranze premia la “visione” della nuova dirigenza del Teatro di Messina.

Contro i”gufi” Bernava ha postato su Facebook: “Alla faccia di chi non ama il Teatro di Messina, alla faccia di chi non ama l’orchestra del Vittorio Emanuele, sarò presuntuoso ma è stato un vero SUCCESSO di pubblico e di critica. Grazie a tutti coloro che ci hanno creduto!

Certo i problemi non sono risolti e la Politica (locale e regionale) deve assumersi le proprie responsabilità

La consapevolezza di Fiorino e Bernava è alta ed a nulla serve la strumentale polemica scatenata dalla Crocè (Cgil) alla quale Egidio Bernava ha seccamente replicato: “Il congelamento del FURS 2016 era stato notificato, la sign.ra Crocè da più di un mese è al corrente della richiesta di contro deduzioni che l’Assessore ci ha richiesto e che presenteremo la settimana prossima. Il nostro obiettivo è quello di rasserenare i lavoratori e la città .
Siamo sereni, la spending review adottata in quest’ultimo anno ci ha permesso di lavorare con gli splendidi risultati ottenuti, la stagione non è assolutamente a rischio ma siamo coscienti che da giugno in poi se non chiariremo la posizione FURS del 2016, gestito dal vecchio cda, sarà necessario un forte intervento da parte dell’Assessore che questo pomeriggio ci ha assicurato una sua visita.
Abbiamo sollecitato la nostra deputazione che sentiamo al nostro fianco.

°°°°°°°°

Il Maestro Giovanni Renzo, cui confermiamo la nostra stima, ha inviato la seguente precisazione:

(*) Caro Direttore, leggo su MessinaWebTv “che la passata gestione avrebbe cancellato il concerto di capodanno“.
Siccome ritengo che  vogliate essere cronisto ben informati e super partes   ricordo che nel corso della mia direzione artistica ho fatto i concerti di Capodanno 2015 e 2016.
Il concerto di Capodanno 2017 era stato da me programmato già in primavera 2016 e cancellato (presente l’attuale Sovrintendente) a causa della mancata approvazione dell’impegno di spesa visto che il CdA era in quel momento mancante del numero legale per le dimissioni di alcuni componenti. Ciò mi mise in difficoltà con gli artisti che avevo contattato e che tentavo di trattenere nella speranza di una soluzione che non arrivò.
Sarebbe forse meglio esporre le cose in maniera più corretta.
Grazie e buon 2018.