Ha riscosso ampia partecipazione di pubblico la presentazione del libro “La dolente Pia De’ Tolomei” della dott.ssa Valentina Gangemi (edito da “Casta Editore”), svoltasi a Villafranca Tirrena, in piazza Marina, nell’ambito del cartellone di eventi estivi promosso dalla locale Pro Loco.

All’incontro, moderato dal dott. Antonino Mangano, hanno preso parte il prof. Giuseppe Corica (che ha allietato i presenti con una serie di letture dantesche) e la dott.ssa Gangemi che, ormai da diversi anni, studia la Divina Commedia dantesca e quei famosissimi ed al contempo criptici sette versi del quinto canto del Purgatorio che cantano della donna passata alla storia con il nome di Pia de Tolomei: “Deh, quando tu sarai tornato al mondo, / e riposato de la lunga via”, / seguitò ‘l terzo spirito al secondo. / “Ricorditi di me, che son la Pia; / Siena mi fé, disfecemi Maremma: / salsi colui che ‘nnanellata pria / disposando m’avea con la sua gemma“.

“Il saggio che ho scritto – ha commentato la Gangemi – è frutto di un’accurata analisi compiuta anche durante i miei studi universitari finalizzata a ripercorrere la storia letteraria di Pia, attraverso un variegato excursus che parte dagli antichi commentatori della Commedia fino ad arrivare alle storie di Bartolomeo Sestini e di Salvatore Cammarano e persino al teatro dell’opera dei Pupi di Palermo ed ai drammi di autori minori siciliani. Ho conosciuto il personaggio di Pia de Tolomei tra i banchi di scuola- ha proseguito la dott.ssa Gangemi- ma ho iniziato ad approfondire la sua figura spinta dalla curiosità suscitatami da un album della cantante senese Gianna Nannini, Pia come la canto io, pubblicato nel 2007.

Nel mio saggio, però, ho deciso di attualizzare tale personaggio dal momento che, purtroppo, la storia di Pia coincide con quella di numerosissime altre donne vittime di violenza, proprio come Omayma Benghaloum, la mediatrice culturale uccisa da suo marito a Messina, al Molo Marconi, il 4 settembre del 2015.

Ed è proprio a lei che, infatti, ho voluto dedicare il mio saggio”. Il programma delle manifestazioni estive villafranchesi si concluderà con la quarta edizione della rassegna teatrale “Teatro a Castello”, in programma dal 31 agosto al 2 settembre presso la Piazza Castello di Villafranca Tirrena, a cura della compagnia teatrale “I commedianti” (direzione artistica di Giuseppe Galletta): in particolar modo, il 31 agosto è prevista la commedia comica in 2 atti di Gaetano di Maio “Scarpe grosse e cervello fino” (a cura dell’associazione “Koinè Teatro” con la regia di Sara Giordano), l’1 settembre lo spettacolo comico in 2 atti scritto e diretto da Cosimo Briguglio “A vita è…Ridiri” (a cura dell’associazione “Verba Volant) ed il 2 settembre la commedia comica in 2 atti scritta e diretta da Giuseppe Galletta “Purganti x 3” (a cura dell’associazione “I commedianti”).