Oggi è il giorno del non ritorno. Da oggi, cioè, inizieremo a usare più risorse naturali di quelle di cui dispone il nostro Pianeta.
Stiamo chiedendo troppo alla Terra e, anno dopo anno, questo giorno arriva sempre prima. Si chiama #EarthOvershootDay: allo stato attuale, ci ricorda il Wwf, è come se stessimo utilizzando 1,7 Terre.

Secondo i calcoli del Global Footprint Network, il nostro mondo è andato in overshoot nel 1970, e da allora il giorno del sovrasfruttamento è caduto sempre più presto.

il miglior modo per tutelare l’ambiente è costruire una società più giusta

La cura del territorio è la “grande opera” di cui abbiamo più bisogno, da 40 miliardi di euro a 20 anni da Sarno!

Un’eclissi lunare è un noto fenomeno ottico durante il quale l’ombra della Terra oscura del tutto o parzialmente la Luna e che si verifica nel momento in cui quest’ultima è in fase di “piena” mentre Sole, Terra ed essa si trovano allineati in quest’ordine.

Secondo lo studio condotto da ISPRA, in Italia il settore della refrigerazione e quello dell’antincendio stanno abbandonando gli idrofluorocarburi; più indietro risulta il settore del condizionamento

All’inizio della gestione dell’area protetta – dichiara Fabio Cilea, direttore della RNO Saline di Priolo – risultati di questo livello erano impensabili. Se è vero che come Lipu abbiamo avviato un piano di gestione che puntava alla riqualificazione, conservazione e valorizzazione del territorio, i risultati fin qui raggiunti hanno superato ogni più rosea speranza

Il passaggio fondamentale è capire che anche il suolo, il paesaggio, è una risorsa naturale limitata e, al pari dell’acqua e dell’aria, va tutelata

Luca Ferlito, Commissario del Parco dei Nebrodi, annuncia con soddisfazione l’appuntamento nell’incantevole cornice dei boschi che vedrà alternarsi testimonianze e nuove proposte, “per un Parco tutto da vivere”.

La Sicilia è la prima regione in Italia a dotarsi di Schemi di Regolamento comunali per il Compostaggio Domestico, Locale e di Comunità, destinati ai Comuni dell’isola.

Un modello di cicloturismo che non nasce per caso, dalla buona volontà, o da un amore ossessivo per la bicicletta.

Il Rapporto restituisce una fotografia completa e aggiornata del territorio e fornisce una valutazione delle dinamiche di cambiamento della copertura del suolo e della crescita urbana, anche a livello locale, e delle conseguenze sull’ambiente, sul paesaggio, sulle risorse naturali e sul sistema economico.

Il 10% degli insetti impollinatori è sul punto di estinguersi mentre api e farfalle stanno fortemente diminuendo.

Interessante il percorso di Orienteering appositamente pensato per una fruibilità allargata ed il “sentiero tattile e degli odori” che consente la riconoscibilità delle principali specie arboree ed arbustive della Macchia Mediterranea.

Posidonia è la specie vegetale più diffusa nel Mediterraneo e svolge funzioni vitali per il funzionamento degli ecosistemi.

Già lo scorso 9 giugno, l’Amministrazione comunale di Villafranca aveva organizzato una manifestazione di protesta che aveva visto la partecipazione dell’Istituto comprensivo di Villafranca Tirrena, di associazioni e sindacati, di numerosi cittadini e famiglie, dei deputati regionali Franco De Domenico, Valentina Zafarana, Antonio Catalfamo e Pino Galluzzo, del sindaco di Saponara Fabio Vinci, del vice Bertino, del sindaco di Torregrotta Corrado Ximone, del vicesindaco di Rometta Pippo Messina (insieme al presidente del consiglio Andrea Cordaro ed all’assessore Giuseppe Saija).

liquami in Via Branchitelli a Salice