l Presidente della IV Circoscrizione Francesco Quero, con  delibera del consiglio circoscrizionale, chiede al Sindaco, Giuseppe Buzzanca, l’apposizione di una targa o di una stele, o altro simbolo alla memoria delle vittime dei TIR sul Boccetta.
Di seguito il testo integrale del documento

IL Consiglio della IV Circoscrizione
“Centro Storico”PREMESSO
CHE la città di Read more..

l  Comando Militare Marittimo Autonomo in Sicilia, di base ad Augusta, martedi 27 luglio dalle ore 09.00 organizza una giornata in favore dei diversamente abili, volta a favorire il loro inserimento nella società.

(video)
Si è svolta oggi, per il quarto anno consecutivo, la cerimonia di premiazione dei ragazzi della Provincia di Messina che hanno raggiunto la maturità con la votazione di 100 e lode.

(video)
Da oggi è attiva la prima postazione internet, che permetterà gratuitamente la connessione Wi-Fi nella centrale Piazza Cairoli.

(video)
E’ stato ricordato a Messina e in diverse città italiane, nell’anniversario della sua morte, Giorgio Boris Giuliano, Commissario della Polizia di Stato ucciso dalla mafia.

L’E.R.S.U. di Messina, Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario , informa che per l’anno accademico 2010/2011 organizza per la prima volta, presso la propria sede di via Ghibellina n.146, un corso di preparazione al superamento dei test universitari per l’ingresso ai corsi di laurea a numero programmato.

Ieri mattina, il Questore di Messina Carmelo Gugliotta, insediatosi lo scorso 1° luglio, ha ricevuto presso i suoi uffici la gradita visita del Procuratore Generale Dr.Antonio Franco Cassata e del Presidente della Corte D’Appello Nicolò Fazio.

Valentina ha 16 anni, è ipovedente, viene da Catania ed è alla sua terza esperienza in barca a vela. E’ partita con la zia, Carmela, che si è fatta coraggio e, pur non sapendo nuotare, la affianca in questa avventura che le porterà in mare per una settimana alla volta delle Read more..

Nella mattinata odierna, la Polizia di Stato, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa in data 16/07/2010 dal G.I.P. presso il Tribunale di Messina, ha tratto in arresto COSTANTINO Pietro, messinese del 65’, pregiudicato.

(video)
Due le denuncie fatte nel giro di poco tempo nei confronti della Facoltà di Scienze Politiche.
Riportiamo di seguito i testi integrali delle suddette.L’associazione universitaria “Università Eclettica”, in una fase che ha visto impegnati unitariamente docenti e studenti nel tentativo di contrastare la riduzione dei finanziamenti al sistema universitario e la squalificazione Read more..

Messina presa nella morsa dell’”ondata di calore”
Il bollettino della Protezione Civile segna a Messina, in data 19 luglio, il Livello 3, vale a dire “ondata di calore” con una temperatura massima percepita di 38 gradi.

Sabato17 Luglio 2010, una delle giornate più calde e afose dell’estate fin qui trascorsa non scoraggia i bagnanti messinesi, alla ricerca di refrigerio, dal prendere d’assalto le spiagge del litorale. Rimangono infatti queste le mete preferite per chi trascorre questa torrida estate in città.

Nella prima mattinata odierna, personale della locale Squadra Mobile ha dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il 13.7.2010 dal G.I.P. presso il Tribunale di Messina (Dr. A. F. Genovese), nei confronti di 9 persone:

(video)
Sui gravi fatti accaduti al Comune di Messina dove venerdì scorso a un gruppo di lavoratori accompagnati da una dirigente sindacale della Cgil i cui nominativi rientravano in una lista in possesso degli addetti al rilascio dei pass è stato impedito l’ingresso, interviene il segretario nazionale della Cgil Nicola Nicolosi che commenta: “Siamo ancora una Read more..

Nella giornata di ieri, la Polizia di Stato ha tratto in arresto Volpe Antonio, originario di Castellamare di Stabia (NA), di anni 51, residente in Messina, destinatario di un ordine di applicazione di misura cautelare in carcere emessa in data 13.7.2010 dal GIP del Tribunale di Messina nell’ambito del Read more..

(video)
Tagli, ritardi, mancate promesse: a farne le spese sono sempre i lavoratori lasciati senza stipendio da oltre sei mesi. Centinaia di dipendenti sono costretti a compiere enormi sacrifici per mantenere le proprie famiglie