Due persone di origine tunisina, ma da tempo residenti a Scicli, sono accusati di “detenzione in concorso ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”.
Un’abitazione di Corso Garibaldi in Scicli è stata oggetto di attenzione per via “di uno strano e continuo andirivieni di giovani, soprattutto nelle ore pomeridiane e serali, e per l’abitudine degli occupanti Read more..

Un diverbio tra vicini potrebbe essere la causa del tentato omicidio. Accade a Comiso in provincia di Ragusa.
Un imprenditore comisano è vittima di un furto in azienda e fa cadere il sospetto sopra il vicino di casa per via di precedenti penali dell’uomo a lui noti. Dalle informazioni ricevute dai Carabinieri, l’imprenditore non fa mistero Read more..

Al teatro greco della sua città, Catania.
“Trovo questo luogo splendido, quando ero ragazza desideravo fare qui un concerto:è  successo stasera”.

Carmen Consoli replica al teatro greco di Catania il 9 e il 10 giugno. Ma potete cercare la prima di stasera tra i contatti Facebook: il concerto e’ stato ripreso praticamente del tutto.

“Nel primo semestre 2016 il numero di soggetti sottoposti agli arresti domiciliari si è attestato sulle 8.108 unità, ossia 1/3 del numero degli ingressi in carcere. Soltanto in 240 casi sono state autorizzate uscite dal domicilio (ad esempio per svolgere attività lavorativa) e in 1.499 casi è stato disposto l’utilizzo del braccialetto elettronico.
Da tale ultimo Read more..

Siracusa: Nove rinvii a giudizio per la morte di Alfredo Liotta. Le persone rinviate sono il direttore sanitario del carcere in cui era ristretto, sette medici ed il perito della CAA di Catania. I fatti risalgono al 2012. L’uomo è morto per un “collasso cardiocircolatorio causato da evento emorragico innestato in una grave condizione anoressica”. Read more..

Il 23 giugno 2014, Carmelo Aldo Navarria è rimesso in libertà dopo aver scontato la pena definitiva di ventisei anni e mezzo di reclusione per sei omicidi (pena dell’ergastolo poi ridotta a trent’anni e infine a ventisei anni e mezzo di reclusione). Era l’uomo di fiducia a disposizione di Giuseppe Pulvirenti detto “U Malpassotu”, braccio Read more..

“Quando giocavo a scacchi mi rendevo conto che il cuore del gioco è fare in modo che il tuo avversario faccia mosse logiche ma forzate. Si gioca in due, è uno scontro in cui ciascuna mente restringe il margine di scelta all’altra. I neocon sono persone potentissime e controllano l’informazione: mi sembra incredibile che proprio Read more..

Un consiglio Comunale di fuoco a Catania, è iniziato da poco meno di un’ora.
Stamattina tutti i precari contrattisti, hanno ricevuto appena entrati nei loro uffici la lettera di sospensione dal servizio, invitandoli a lasciare libere le loro postazioni. Perchè? la mancata approvazione da parte del consiglio comunale della città della deliberara che riguardava la Read more..

La Sicilia dice no al modello grossista della Esso e rivendica il rispetto delle regole
Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc Confcommercio registrano più del 90% delle chiusure dei punti vendita carburanti a marchio Esso della Sicilia.
Un risultato ben oltre le aspettative che vede la categoria coesa a dire no all’adozione del modello grossista sull’Isola e Read more..

Il Tribunale di Catania ha applicato a Francesco Ivano Cerbo la misura della sorveglianza speciale per un anno e sei mesi e ordinato la confisca del suo patrimonio consistente in 13 quote societarie, 28 immobili per lo più localizzati ad Anzio (Roma), 2 automezzi e 5 rapporti bancari, del valore complessivo di oltre 27 milioni Read more..

Un agronomo e un biologo sono stati arrestati perché trovati in possesso di 620 grammi di marijuana.
Trentenni, l’uno originario di Licata in provincia di Agrigento, l’altro di Catania; gestivano un’azienda agricola.
La perquisizione della polizia è scattata a seguito di segnalazioni “di uno strano andirivieni”. La sostanza stupefacente è stata trovata all’interno di una scatola porta Read more..

Gestione illecita dei rifiuti con l’aiuto di funzionari della Regione Siciliana e attività di usura a piccoli imprenditori, si contestano ad Antonino Paratore e a suo figlio Carmelo, entrambi ritenuti appartenenti al gruppo del boss Maurizio Zuccaro. L’attività di indagine è denominata Piramidi, si è svolta dal 2012 sino al 2015 e include diverse dichiarazioni Read more..

“La diffusione di un messaggio diffamatorio attraverso l’uso di una bacheca Facebook integra un’ipotesi di diffamazione aggravata ai sensi dell’art. 595 comma III c.p., poiché questa modalità di comunicazione di un contenuto suscettibile di arrecare discredito alla reputazione altrui ha potenzialmente la capacità di raggiungere un numero indeterminato di persone, tuttavia, proprio le particolari dinamiche Read more..

“Ho sempre massimo rispetto per il lavoro della magistratura ma il modello di magistrato che io ammiro e apprezzo è quello che non si chiude nella torre d’avorio dei codici ma ha la sensibilità di interpretare la giustizia come un servizio nell’interesse dei cittadini. La partecipazione al processo penale delle parti civili, come Altragricoltura, avrebbe Read more..

Nel 2016 la DIA ha registrato “l’ulteriore diffusione di coltivazioni di cannabis” in tre province: Catania, Palermo e Trapani. A Palermo, le piantagioni sono concentrate nei pressi del fiume Oreto, del quartiere Zen e nei comprensori di Villafrati, Corleone, Monreale e Partinico; a Trapani, nell’area di Marsala.
A Commento del dato la DIA aggiunge: “Pur non Read more..

Negli ultimi anni le feste religiose sono cadute nell’attenzione della DIA per l’interesse che tali occasioni rivestono all’interno della criminalità organizzata. Verosimilmente questi gruppi accostano lo status del capo (personalità riconosciuta grande, eccellente, e come tale solenne) e la festa ovvero il giorno destinato a una solennità.
Grazie alle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, la DIA Read more..