Riceviamo e pubblichiamo
L’INGV di Catania e l’azienda agricola Calcagno stanno mettendo a punto il progetto Vini d’Alta Quota 2813. Di cosa si tratta? Lo spiegano il direttore dell’INGV Eugenio Privitera e i titolari della cantina Franco, Gianni e Giusy Calcagno.
Eugenio Privitera: “Il nostro è un ente di ricerca, gestiamo 450 sensori su tutto il territorio, Read more..

(video)
Abbiamo intervistato il Sindaco di Villafranca sul tragico evento che ha colpito la popolazione e sulle prospettive.

(video)
Come spesso accade noi messinesi abbiamo un talento particolare per nascondere la polvere sotto il tappeto. Questo comportamento è particolarmente evidente per il torrente che costeggia i paesi di Santo Stefano Medio e Santo Stefano Briga.

(video)

Da circa vent’anni, come ormai è noto a tutti, l’ex hotel Riviera di viale della Libertà è in completo stato di abbandono.
La situazione è sempre più allarmante considerata la totale assenza di controlli da parte degli organi preposti.

(video)
Per questa nuova fase del lavoro sui torrenti siamo andati a controllare la situazione nel torrente che costeggia i paesi di San Filippo superiore e San Filippo inferiore.

(video)
Al 6° Istituto Comprensivo “Ettore Castronovo” di Bordonaro tutti sperano che per l’intero inverno non ci sia un solo giorno di pioggia. Dalla preside al corpo docenti, passando per genitori e bambini, tutti sperano che non piova e che continui il bel tempo fino a maggio, passando un inverno asciutto in modo tale da poter Read more..

(video)
Che Messina abbia un problema con i numerosi torrenti che la attraversano non è una novità. E queste immagini non raccontano nulla di nuovo ai cittadini avvezzi ad attraversare le macerie di una città sempre più abbandonata.

(video)
La nostra indagine sulla situazione dei torrenti cittadini continua. In questi giorni siamo andati a controllare la fiumana che costeggia i paesi di Mili San Marco e Mili san Pietro.

(video)
Sono passati quasi sei mesi dal nostro articolo dedicato alla difficile situazione del torrente Zafferia, ma nonostante il tempo trascorso la situazione è rimasta invariata.

(video)
In sordina trascorre, per le orecchie degli italiani, il secondo anniversario dell’alluvione che ha colpito Messina il 1 Ottobre 2009.

(video)
Giorno 1 ottobre 2009,  225,4 millimetri di pioggia ha fatto cadere dalle montagne, ben 900mila metri cubi di fango assassino che ha provocato la morte di 37 persone, sei delle quali disperse.

(video)
Lo scorso mese abbiamo parlato della spiaggia di Pistunina che nonostante il divieto di balneazione a causa dell’inquinamento viene abitualmente usata dagli abitanti del paese.

(video)
La nostra città è tristemente abituata all’abbandono e la valorizzazione ambientale sembra un ragionamento assolutamente sconosciuto alla cittadinanza.

(video)
Nelle  prime  ore  dell’alba  di  mercoledì  una  furia  d’acqua,  l’ennesima,  si  è  abbattuta  sulla  città  di  Messina  provocando    frane  e smottamenti  specie  in  quelle  zone  già  colpite  dall’ alluvione  del 1°  Ottobre  2009.

(video)
Ad un mese dalla tragedia