Messina
Infine, si osserva come, la tangenziale non possiede assolutamente i requisiti autostradali e come tale DEVE ESSERE ESCLUSA dalla concessione autostradale ed assegnata in gestione ad ANAS e conseguentemente priva di pagamento di pedaggio, come da tutte le strade gestite dall’ANAS

In una atmosfera di reciproco rispetto e di possibilità concreta di “fare per la città” l’idea di De Luca di dimettersi da Sindaco per andare, il prossimo anno, a nuove elezioni, sembra ormai superata

Taormina Arte.
auspichiamo che il Sindaco Metropolitano Cateno De Luca, rompendo vecchi indugi di altre amministrazioni, aderisca alla Fondazione

Mi corre l’obbligo ricordare che il 9 settembre 2013 un cittadino residente nel villaggio collinare di Gesso mentre percorreva la strada statale 113, a bordo della sua moto, per raggiungere Ponte Gallo, giunto all’incrocio con l’ingresso in tangenziale si è scontrato con un altro mezzo perdendo la vit

Chiediamo al Sindaco Metropolitano De Luca che, a differenza del precedente, vuole esercitare il ruolo assegnatogli dalla legge e dai cittadini di prendere di petto anche questa questione nella consapevolezza che solo dalla rinascita del sud il nostro paese può avere speranza per un domani dignitoso!

Il cemento armato, anche se precompresso, non è eterno, possiede un ciclo di vita stimabile in 50/60anni.

Sarebbe una vergogna se, ad esempio, i 40 milioni di euro per la ristrutturazione dell’ex Ospedale Margherita di Messina o i 20 milioni per la iniziale bonifica e riqualificazione della Zona Falcata non si riuscissero ad utilizzare per cavilli amministrativi o burocratici.

Il Sindaco Metropolitano De Luca ha adottato con proprio decreto importati provvedimenti riguardanti l’edilizia scolastica.

va detta una verità scomoda: parecchi ambienti regionali, politici e non solo non hanno gradito o tollerato il riconoscimento del ruolo di Città Metropolitana attribuito al nostro territorio provincial

Per la prima volta a Messina si sono confrontati alcuni rappresentanti del ricostituito Ufficio di Presidenza della Conferenza Interregionale dell’Area dello Stretto e rappresentanti dei Governi Regionali della Sicilia e della Calabria

In buona sostanza il Sindaco della Città di Messina deve essere anche il Sindaco della Città
Metropolitana, la legge regionale va modificata per equipararla a quella nazionale, a prescindere da che temporaneamente svolge tale ruolo, e ciò dovrebbe essere sia per Messina che per Palermo e Catania,cioè per le tre città metropolitane siciliane

Un ruolo che ho sempre sognato, che oggi si concretizza

voler esercitare il ruolo Metropolitano che la legge gli assegna quale Sindaco di Messina