Anche qui da sottolineare non solo il mancato coinvolgimento delle Circoscrizioni (scelta consapevole del Sindaco) ma il loro assoluto ed assordante silenzio su una scelta fondamentale per la città: ed allora a cosa servono, solo a segnalare le buche ?

In un momento in cui i cittadini vengono chiamati a pagare il saldo della TARI e subiscono situazioni di emergenza igienico sanitaria Adoc e Confconsumatori ritengono opportuno che i soggetti ai quali risulterà imputabile tale stato di cose, rispondano personalmente del loro operato, rifondendo Messinaservizi, e quindi la città, del danno economico derivante dalla situazione descritta

Siamo costernati di fronte ad alcuni comportamenti e ci chiediamo, fra l’altro, perchè Consiglieri costantemente assenti non tornino al proprio lavoro lasciando spazio a chi vorrebbe veramente occuparsi della città.

Noi segretari Provinciali del sindacato I.S.A. Giovanni Andronaco e De Maria Caterina insieme a tutti i nostri associati, vogliamo esprimere un immenso GRAZIE a quest’amministrazione ed a tutti quei consiglieri comunali che con senso di responsabilità hanno esitato positivamente i quattro emendamenti a sostegno della nascita dell’Agenzia MESSINA SOCIAL CITY che dopo trent’anni stabilizza tutti i lavoratori dei servizi sociali

decisione definitiva sulla “Azienda Speciale Messina Social City” (uso ingiustificato dei termini inglesi !), ovvero i Servizi sociali gestiti dal Comune tramite l’Azienda, previa garanzia del mantenimento dei posti di lavoro e la “mappatura dei bisogni”.

Il Segretario ha espresso una posizione personale rispetto alle vicende politiche attuali che riguardano il Comune di Messina in una forma certamente singolare dando l’impressione di rappresentare l’intero Partito, la cui Direzione provinciale, ad oggi, non si è ancora espressa.

Consiglio Comunale di Messina. I lavori riprenderanno domani alle 15,30 e MessinaWebTv li trasmetterà in diretta su Facebook nella pagina “Redazione Messinawebtv”

De Luca, infatti, lo ha fatto con una decina di giorni di ritardo, ma correttamente, nell’individuare la data ultima per la rimodulazione del Piano fa riferimento al giorno della sua elezione

Messina: Senza un Piano di riequilibrio non dovrà partire infatti nessuna maratona per i consiglieri comunali, ma questi potranno continuare “il salto ad ostacoli sui cumuli di rifiuti che invadono la città”

Non basta dunque gettare un “pò di polverina bianca” per sanificare cassoni, marciapiedi e strade ripulite dalle ruspe, ma è doveroso effettuare un completo intervento di sterilizzazione.

Nella delicata fase del SalvaMessina il presidente ATM disdetta l’accordo di secondo livello in modo unilaterale.

ORSA-UGL e FAISA annunciano il ricorso alla lotta sindacale ed invialo ad ATM e Sindaco la segente lettera

Alessandro Russo: “non è mettendo le spalle al muro il Consiglio che si farà il bene della città”

Queste le proposte di legge di “iniziariva popolare”

400 operatori dei servizi sociali hanno scelto la linea della base autonoma che non intende sottostare al diktat politicizzato delle segreterie sindacali, un centinaio di unità restano spalmate tra Cisl, Cgil e Uil.

Missione Messina e lo SNAG, con la conferenza stampa di oggi, ha voluto portare a conoscenza la grande preoccupazione di tutti gli edicolanti della città di Messina in quanto, può essere affermato che: “l’attuale rete di vendita è praticamente al collasso”

Tonino Genovese: Un lavoro impegnativo, una trattativa certosina che ha messo in luce le discrepanze del primo momento di confronto e che poi sono state corrette nel documento esitato questa mattina