Desta stupore e sorpresa non positiva la notizia della nomina in seno al CdA dell’Ente Teatro Vittorio Emanuele di Messina dell’architetto Nino Principato, ex dirigente del Comune di Messina, effettuata dal Sindaco della città, Cateno De Luca.

– Queste biciclette, acquistate per ben 24000€ dal Ministero e quindi dai contribuenti, che fine hanno fatto?
– Forse le avete visto in giro?
– Avete forse notato le 2 rastrelliere per la ricarica?

A parte il fatto che su un suolo pubblico non dovrebbe avere voce in capitolo un Supermercato, aggiungo che farlo trasferire lontano dalla zona di entrata e uscita dei clienti significa togliergli la possibilità di guadagnare quelle due lire per le quali sta intere giornate ad attendere (con qualunque tempo e temperatura).

I lavoratori non ci stanno e si mobilitano:

Lunedì 29 luglio, alle ore 9,00 inaugurano la stagione di protesta con raduno nel piazzale antistante agli uffici del Consorzio Autostrade Siciliane sito in Contrada Scoppo a MESSINA

E’ stata una grande battaglia perché il Piano Regolatore Portuale è il frutto di un patto al ribasso, un patto dove paradossalmente gli enti proponenti in particolare il Comune di Messina ha inteso invadere il campo dell’Autorità Portuale e porre dei limiti veramente indecorosi e inspiegabili a quella che è la pianificazione complessiva contenuta nel Piano Regolatore Portuale

(NdR): Ma quando è iniziata la “stagione estiva” ?
Cosa intende l’Amministrazine per “tempi brevi ” ?
A Messina tutto è relativo … ed il Sindaco fra un caffè, un bliz ed un brindisi … imita Slvini e la Lega: tutto un agitarsi, un emettere proclami come arma di distrazione di massa … puntando dritto ad una salda alleanza con la Lega e Sicilia Futura

All’Assessore infine voglio dire che non è grazie a lei che oggi abbiamo la possibilità di poter optare per una raccolta porta a porta o condominiale, ma se ciò oggi è possibile lo si deve proprio alla pronuncia del TAR che ha espressamente censurato sul punto il provvedimento impugnato.

Mentre il Sindaco De Luca “bonifica” i semafori del centro città, parlando alla pancia della gente e suscitando ineconsistenti paure, ecco come si presenta, in pieno giorno, l’inizio di una delle principali vie cittadine: Viale San Martino

Messina tra intrecci politico mafiosi, compravendita di voti, collegamenti internazionali per la compravendita di droga, gioco d’azzardo e finanziamenti europei per finanziare le aziende di prestanomi della mafia ha fatto un “gran bel salto di qualità”

Il TAR di Catania ha sospeso alcune previsioni, ritenute immediatamente lesive, contenute nell’ordinanza sindacale n. 122 emessa dal Comune di Messina in data 23 aprile 2019 afferente la raccolta differenziata nei Condomini

Possiamo quindi da oggi sperare in una ricostruzione reale, profonda del PD in Sicilia che porti ad un’organizzazione chiara, trasparente, lineare, rispettosa delle regole e dei principi della partecipazione democratica e quindi efficace e proficua.

Vorremmo chiarire al Sindaco De Luca, e basterebbe leggere i commenti ai suoi post per comprenderlo, che le reazioni molto spesso coinvolgono tutti i dipendenti senza distinzione fra quelli (pochi) che magari non fanno fino in fondo il proprio dovere e quelli (e sono certamente la maggioranza) che invece portano avanti, fra mille difficoltà e carenze d’organico e mezzi, le proprie attività, consentendo peraltro all’amministrazione di raggiungere importanti obiettivi.

Siamo convinti di come questo non rappresenti una reale maniera di combattere la povertà nonostante sia spacciata per tale. Chiediamo il diritto all’abitare, chiediamo un lavoro garantito per tutti e diciamo no alla repressione

Per il segretario generale della Cisl Messina, Tonino Genovese, è arrivato il momento che tutti coloro che hanno responsabilità istituzionali, sociali e amministrative si impegnino, o si disimpegnino.

Vorremo che Lombardo ci dicesse, per i molti cittadini che le usano, quando le “piattaforme” per la raccolta saranno decenti: pulite, con personale che non sta a guardare ma aiuta il cittadino alla pesatura ed allo scarico perchè così dovrebbero funzionare le “isole ecologiche” !

Questa Amministrazione una cosa sa produrre: Consigli di Amministrazione, non avendo ottenuto un solo consigliere e dovendosi acconentare di una maggioranza “ricercata ed ottenuta in Aula”, perchè deve pur collocare i propri uomini !