Possibile che in questo periodo non si abbia il buon senso di organizzare diversamente il servizio di raccolta dei rifiuti in alcune zone “rosse” della città?
Possibile che MessinaServizi non prenda atto degli enormi disagi e dei potenziali pericoli che si creano giornalmente di mattina in via Consolare Pompea a causa del più che mai inopportuno svuotamento dei cassonetti RSU?

Sarebbe più opportuno rinominare la manifestazione in “manifestazione etnica sita in località mortelle” vista la presenza massiccia di operatori stranieri, sicuramente non locali. Non si capisce perché offendere la nostra intelligenza non ammettendo che trattasi semplicemente di un comune e normalissimo mercatino.

due risultati immediati:
limitazioni e danno economico agli esercizi commerciali;
danno ai passanti (normodotati e portatori di andicap) con violazione, prima ancora della normativa, del” buon senso” che dovrebbe guidare ogni azione amministrativa

il consigliere comunale Libero Gioveni si rivolge all’assessore all’ambiente Musolino e al Presidente di MessinaServizi Lombardo, producendo anche delle foto rappresentative di questa paradossale condizione

Il professor Enzo Caruso non faceva parte del mio schieramento politico ma dopo averlo conosciuto ed apprezzato per la passione e l’amore che ha profuso per le innumerevoli iniziative culturali e di promozione del nostro territorio non potevo che premiarlo designandolo assessore.

L’associazione LiberaMe, con in testa i deputati nazionale e regionale Pietro Navarra e Franco De Domenico, e la rappresentanza consiliare (Biagio Bonfiglio, Nello Pergolizzi, Massimo Rizzo e Alessandro Russo), esprime una ferma e decisa opposizione ai provvedimenti adottati (e paventati) in questi giorni dall’Amministrazione comunale nel settore dei mercati.

Tradizione orale: il pesce azzurro è il cibo dei poveri

La sezione ambiente della Polizia Metropolitana ha, da tempo, avviato una intensa attività di controllo del territorio, con il monitoraggio costante dei siti a rischio, che, nel tempo, ha portato ad una maggiore collaborazione dei cittadini che apprezzano l’attività di tutela del territorio e la repressione dei comportamenti incivili.

Il sindaco De Luca si indigna spesso con Trenitalia per le condizioni del servizio al sud, ma non vede l’indecorosa cartolina che piazza stazione a Messina offre giornalmente a migliaia di turisti e ai numerosi pendolari che arrivano in città col treno .

Desta stupore e sorpresa non positiva la notizia della nomina in seno al CdA dell’Ente Teatro Vittorio Emanuele di Messina dell’architetto Nino Principato, ex dirigente del Comune di Messina, effettuata dal Sindaco della città, Cateno De Luca.

– Queste biciclette, acquistate per ben 24000€ dal Ministero e quindi dai contribuenti, che fine hanno fatto?
– Forse le avete visto in giro?
– Avete forse notato le 2 rastrelliere per la ricarica?

A parte il fatto che su un suolo pubblico non dovrebbe avere voce in capitolo un Supermercato, aggiungo che farlo trasferire lontano dalla zona di entrata e uscita dei clienti significa togliergli la possibilità di guadagnare quelle due lire per le quali sta intere giornate ad attendere (con qualunque tempo e temperatura).

I lavoratori non ci stanno e si mobilitano:

Lunedì 29 luglio, alle ore 9,00 inaugurano la stagione di protesta con raduno nel piazzale antistante agli uffici del Consorzio Autostrade Siciliane sito in Contrada Scoppo a MESSINA

Il disegno di legge del M5S all’ARS

Alberto Losacco: il Commissario del PD Siciliano scelto da Zingaretti

E’ stata una grande battaglia perché il Piano Regolatore Portuale è il frutto di un patto al ribasso, un patto dove paradossalmente gli enti proponenti in particolare il Comune di Messina ha inteso invadere il campo dell’Autorità Portuale e porre dei limiti veramente indecorosi e inspiegabili a quella che è la pianificazione complessiva contenuta nel Piano Regolatore Portuale