«Accogliamo positivamente la notizia dell’ammissibilità del piano concordatario di Messinambiente da parte del Tribunale. L’ipotesi del fallimento della partecipata avrebbe messo a repentaglio il percorso verso la MessinaServizi Bene Comune, adesso giunto ad una fase cruciale. A questo punto non ci sono più ostacoli né scuse per procedere celermente verso l’avvio della nuova società».
E’ questo Read more..

A MESSINA : SFRATTI E SPAZI VUOTI
Oggi la sesta giornata mondiale sfratti zero, iniziativa che attraversa i paesi in forte crisi abitativa in cui il fenomeno dello “sfratto” diventa un problema strutturale, soprattutto se ad esso non sono accompagnate politiche attive per il soddisfacimento dell’esigenza alloggiativa.
All’interno del nostro paese, attraversato da una crisi economica importante, Read more..

Nel consegnare la lista al Tribunale di Messina, un delegato di Crocetta dimentica un documento; torna indietro a prenderlo, ma quando si ripresenta all’ufficio gli impiegati gli rispondono letteralmente di essere fuori tempo massimo.
Il presidente in carica, Rosario Crocetta, nella sua pagina Facebook commenta il fatto: “escludere una lista per un cavillo ci sembra veramente Read more..

Gentile Direttore,
la sconfitta preannunciata del centro sinistra in Sicilia oggi, alla luce degli ultimi eventi, si rafforza sempre di più come realtà e non come “ipotesi”.
Le madri di questa sconfitta tutta siciliana non esistono, ma esistono molti padri (forse patrigni se non addirittura “orchi”).
Prima di soffermarmi su un aspetto particolare, cui tengo molto, accenno solo Read more..

Ancora una volta riportiamo una “denuncia” di Marcello Puglisi inoltrata ad elementi sordi per consolidata tradizione (ACCORINTI, IALACQUA, FERLISI ed ASP) ed inoltrata per conoscenza al Prefetto, all’ing. Cucè (ancora Messinambiente ?) ed a Enzo COLAVECCHIO, responsabile di quella Legambiente da cui proviene l’Assessore ecologista.
“Come preannunciato/ipotizzato con nota del 30.08. u.s. è ripartita la discarica Read more..

Riceviamo e pubblichiamo
L’ANPI Coordinamento regionale Sicilia ha invitato la Commissione elettorale regionale “a rivedere con urgenza le motivazioni che hanno determinato l’accettazione della lista di Casa Pound alle elezioni regionali del 5 novembre, verificando, come l’Anpi ritiene, la non conformità  di questa organizzazione politica con i postulati culturali e normativi che codificano la nostra Repubblica”.

Dopo l’esclusione delle liste “Noi Siciliani” del centro destra ed “Arcipelago” del centro sinistra ecco che resta in lizza per l’ARS nel collegio messinese
 
Centrodestra (MUSUMECI)

 
 
 
 
 
FORZA ITALIA
Santi Formica, Cristina Barresi, Tommaso Calderone, Luigi Genovese, Nino Germanà, Bernardette Grasso, Elvira Mento, Federico Raineri Mangialino.
DIVENTERA’ BELLISSIMA
Ferdinando Croce, Antonio D’Aveni, Giuseppe Galluzzo, Simone Magistri, Davide Paratore, Maria Rosa Recupero, Read more..

Cateno De Luca querela Marco Travaglio ed il giornale “Il fatto Quotidiano”: “io non condannato, non sono tra gli impresentabili grave attacco nei miei confronti”

“Ho appreso con stupore dall’odierno articolo apparso sul giornale Il fatto quotidiano a firma di Giuseppe Lo Bianco che io sarei stato condannato a 5 anni per concussione ed abuso d’ufficio Read more..

Pubblichiamo il post di oggi dell’economista Maurizio Caserta, perché esprime bene il comune sentire in questa campagna elettorale per l’elezione del Presidente della Regione:
“Adesso che le liste per le prossime elezioni regionali siciliane sono state depositate e ciascun candidato avrà trovato il posto più confortevole, i candidati presidenti avranno più tempo per chiarire le loro Read more..

Nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca l’assessore alla Cultura, Federico Alagna, ha illustrato alla cittadinanza il dossier di candidatura di Messina a Capitale italiana della Cultura 2020.
All’incontro hanno preso parte i partners del progetto, fra gli altri l’Univesità rappresentata dal Prof Centorrino, il Teatro con il suo Presidente Luciano Fiorino, il Museo Regionale con Read more..

Gaetano Armao, leader del movimento politico Siciliani Indignati, resta il designato Vicepresidente della coalizione di centro-destra ed Assessore all’Economia ed alla Programmazione; svolgerà la campagna elettorale su tutto il territorio regionale a sostegno della coalizione guidata dall’onorevole Nello Musumeci.
Le liste di Forza Italia ospiteranno i candidati di Siciliani Indignati.
Nel Collegio di Palermo, Armao ha candidato Read more..

Cacciola:
In riferimento alla richiesta del sindacato Orsa di un confronto sul tema ATM, il sindaco, Renato Accorinti, e il vicesindaco e assessore ai Trasporti, Gaetano Cacciola, precisano che: “Siamo disponibili ad incontrare nei prossimi giorni i rappresentanti di tale organizzazione sindacale. Riguardo agli argomenti anticipati da ORSA alla stampa, l’Amministrazione comunale innanzitutto ricorda che i Read more..

“Se non si approverà il bilancio del Teatro Vittorio Emanuele la stagione teatrale e gli stipendi saranno seriamente a rischio ed è una situazione che non vogliamo più vivere”, così la consigliera del Gruppo Misto, Daniela Faranda.
“Avevo predisposto un’interrogazione scritta ma, per evitare lo spreco di tempo -che non c’è-, ho deciso di depositare la Read more..

“Sono disgustato, o meglio indignato della mia esclusione dal listino di Musumeci”, dichiara Gaetano Armao oggi a Palermo. E aggiunge: nel listino di Musumeci trovo i saltafossi, vale a dire chi ha sostenuto per cinque anni il governo Crocetta salvo passare dall’altra parte in vista della scadenza elettorale. Si può cambiare idea, ma non si Read more..

Signor Sindaco,
la presente si annovera fra le decine di missive inviatele dalla scrivente con richiesta d’incontro volto a informarla sui gravi fatti che si verificano in ATM, nel silenzio più assoluto, fra le mura domestiche della azienda garantita dall’omertà forzata della gran parte dei lavoratori che tacciono solo per paura.
Fatta salva la diversità di valutazione Read more..

Inviata agli Assessori Ialacqua e Cacciola:
“Il sottoscritto consigliere Alessandro Cacciotto, facendo seguito a precedenti richieste, reitera la presente al fine di significare quanto segue.
La zona di Provinciale è ormai da anni immersa nel degrado più assoluto: potremmo definirla una zona nobile della città “decaduta”.
Innanzitutto la cura del verde pubblico: assente!
A parte la necessità di interventi Read more..