La Regione Siciliana cala la scure sui progetti coinvolti nell’inchiesta sulle energie rinnovabili.
Il dirigente generale del dipartimento dell’Energia Salvatore D’Urso, d’intesa con il governatore Nello Musumeci, ha disposto la sospensione immediata e l’avvio del procedimento di revoca delle autorizzazioni ad alcune delle società finite al centro dell’indagine emersa nei giorni scorsi.

Parafrasando Lenin (L’estremismo, malattia infantile del comunismo ) si potrebbe dire che il frazionismo è la malattia infantile (in tutti i sensi) della Sinistra.
Questa è l’osservazione spontanea che viene in mente a chi segue la Politica.
Mentre la Destra si ricompatta e lavora perché anche i “prefissi telefonici” non vengano dispersi, la sinistra si presenta divisa e frastagliata con il rischio di “bruciare” milioni di voti e di negare rappresentanza nel Parlamento Europeo a tanti cittadini progressisti, Italiani ed Europei.
Ci auguriamo che queste previsioni non si avverino e che tutti superino la soglia del 4%

Europee 2019. La lista del Partito Comunista presente anche nella Circoscrizione Isole. Rizzo capolista.

Anna Foa: “Si avvicina il 25 aprile e mai come quest’anno diventa importante celebrare la Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazifascista”.

Provano a demonizzare il Sovranismo: a Catania la Destra va in piazza per chiedere un’Europa dei Popoli.

Decreto risanamento in Sicilia. Il Comune di Messina.

Le immagini mostrano un gruppo di minori stranieri non accompagnati presso un cantiere-scuola di un centro autorizzato di Catania, dove stanno apprendendo i mestieri che dovrebbero aiutarli al fine dell’inserimento lavorativo.

Il presidente della fondazione onlus METER, Don Fortunato di Noto, interviene al Congresso Mondiale sulla Famiglia.

Amministrative Acicastello: i Cinquestelle “aprono” con Nunzia Catalfo e Angela Foti.

Caso Ramy, l’opinione dell’associazione Naga.

ARS boccia la norma sulle quote rosa.

Ieri, presso la sede del Partito Democratico di Messina, su iniziativa di LabDem Messina e LabDem Sicilia si è tenuto un incontro con militanti ed amministratori per approfondire il tema dell’uso (o della perdita) dei fondi stanziati per Messina a partire dai 332 milioni che il Governo Renzi aveva messo a disposizione nel Masterplan per la Città Metropolitana di Messina.
Il relatore è stato il prof. Piero David, consulente del FORMEZ.

Una grande manifestazione che porti in piazza almeno 30mila siciliani e calabresi e dimostri che il popolo messinese, ma non solo, non è solo NoPonte ma merita di avere una connessione con l’Europa

Cara di Mineo e progetti di cooperazione militare in chiave Pesco.

Mario Bolognari: Chiedo al Presidente e all’Amministratore delegato dell’aeroporto di Catania quanto è a loro conoscenza, mentre spero che il Presidente della Regione possa intervenire per chiarire i termini di una vicenda che certamente non potrà avere gli esiti preannunciati dal sottosegretario Geraci.
Ritengo che la rappresentanza parlamentare della Sicilia di Camera e Senato debba chiedere se risulta vero quanto riferito ieri a Palermo

Per quanto esposto L’ORSA e il movimento popolare “IL FERRIBOTTE NON SI TOCCA”, avanzano richiesta d’incontro con il Sindaco di Messina per affrontare la problematica nei dettagli e condividere una proposta da rivendicare ai livelli nazionali.