Oggi a piazza Cairoli si sono raccolte le firme contro il pedaggio autistradale di “Ortoliuzzo”.
Il consigliere della VI circoscrizione Mario Biancuzzo insieme al segretario e membro dell’esecutivo nazionale dell’Italia dei Valori, Salvatore Mammola ed a Franco Tiano dirigente provinciale Fratelli d’Italia hanno raccolto, in poche ore, centinaia di firme contro il pedaggio illegittimo di Ortoliuzzo.

“Questa battaglia è di interesse comune. Ne parliamo da tempo, nel tentativo di sensibilizzare le istituzioni, ma la loro cecità ci ha spinti a lottare e lo faremo per l’ interesse della comunità e per chi abita e lavora in quella zona, costretti più di noi a pagare un pedaggio nella città in cui vivono – dichiara Franco Tiano”.

Salvatore Mammola vuole ricordare ad Accorinti che in uno dei suoi comizi da candidato a sindaco si era impegnato ad abolire il prelievo illegittimo di euro 1.20 dalle tasche dei cittadini.
mammolaIn passato ho cercato di coinvolgere Parlamentari e Ministri messinesi al di là degli schieramenti e dei partiti, adesso – riferisce Mammola – con Biancuzzo e Tiano proveremo a mettere intorno ad un tavolo il Presidente della Regione Crocetta, deputati regionali, i parlamentari messinesi ed il sindaco metropolitano per discutere di questa questione che deve essere risolta senza indugiare oltre. Insieme concordano nel dire che questa battaglia non è la battaglia del consigliere Biancuzzo o di Salvatore Mammola, è e deve essere la battaglia di tutti i cittadini messinesi contro un prelievo forzoso ed illegittimo dalle tasche dei lavoratori e delle famiglie che vivono a Messina e sopratutto in quel quartiere.