“Parlare di antifascismo oggi non è affatto retorico. Stiamo assistendo quasi ogni giorno a episodi di violenza estremista e xenofoba e chi ha a cuore la democrazia ha il dovere di opporsi a questa deriva.

Quando leggo di riferimenti al passato, alla dittatura fascista come al terrorismo, io ho il dovere di preoccuparmi così come si devono preoccupare le istituzoni.
La nostra società è attraversata da pulsioni molto simili a quelle di allora, aggravate da una percezione accentuata di disagio e insicurezza, mentre un sentimento di sfiducia colpisce le istituzioni. Di fronte a queste condizioni, la vera ‘grande coalizione’ che partiti, movimenti e corpi intermedi devono costruire, già prima del voto, è quella a difesa della democrazia. La sinistra, dal canto suo, dimostra anche oggi di essere unita a sostegno dei valori costituzionali”. Dichiara il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro.

Anna Finocchiaro fotografata mentre partecipa alla manifestazione organizzata dall’Anpi e sostenuta anche dal Pd #maipiùfascismi