A risolvere l’annoso problema della concessione dell’area seaflight c’ha pensato un ambulante, che in barba a tutti ha posizionato la sua bella casetta adibita alla vendita di generi alimentari proprio nell’area tanto contesa.

seaflight3Dopo aver peregrinato all’interno dell’are demaniale del Lanternino che, come risaputo non interessa a nessuno, finalmente, dopo varie segnalazioni inviate da più parti e a diverse autorità, ieri all’alba con l’aiuto di un carro attrezzi privato hanno abbandonato l’area.
L’unico inconveniente è stato aver scelto come alternativa l’area ex seaflight.
seaflight5Ovviamente, sono ricominciate le segnalazioni alle diverse autorità ma senza alcun esito.
A complicare l’esilarante faccenda si è aggiunto un improvviso allaccio alla corrente elettrica con tanto di contatore sulla parete dell’ex seaflight.
A questo punto, non ci resta che plaudire all’iniazativa di ignoti, che con poche mosse hanno chiarito, ancora una volta, come la legalità sia solo una parola da urlare alle manifestazioni o da sfoderare ad incontri da Salone delle Bandiere del Comune di Messina.

seaflight6Diversamente è tutto regolare e qualcuno ha concesso un’autorizzazione a togliere un archetto per poter accedere all’area con un carro attrezzi, una per posizionare la casetta ed una per allacciarsi alla corrente elettrica.

Da Capo Peloro è tutto e se il buongiorno si vede dal mattino, la stagione estiva si presenta già ricca di sorprese.
Con quasi immutata speranza
Giuseppe Sanò