Inviata agli Assessori Ialacqua e Cacciola:

“Il sottoscritto consigliere Alessandro Cacciotto, facendo seguito a precedenti richieste, reitera la presente al fine di significare quanto segue.

La zona di Provinciale è ormai da anni immersa nel degrado più assoluto: potremmo definirla una zona nobile della città “decaduta”.

Innanzitutto la cura del verde pubblico: assente!
A parte la necessità di interventi di scerbatura, urge la potatura degli alberi che con le loro fronde hanno praticamente occultato buona parte delle abitazioni.

Traffico veicolare impazzito: attraversare Provinciale significa infilarsi in un vero e proprio imbuto. I residenti lamentano una situazione viaria al collasso. Secondo lo scrivente sarebbe necessario, sia per tutelare i residenti ma anche i tanti esercizi commerciali, ridisegnare completamente i parcheggi, eliminando, almeno da un lato, le strisce blu ed inserendo il c.d. disco orario, in maniera tale da favorire anche lo sviluppo commerciale.

Per non parlare delle barriere del tram che sono diventate, in alcuni tratti, delle dighe per gli esercizi commerciali con un evidente incidenza negativa.

VillaDanteVilla Dante, adiacente proprio Provinciale, è un capitolo a parte; trattasi di un polmone verde dalle tante potenzialità che però è stato letteralmente abbandonato da questa Amministrazione, che purtroppo su Villa Dante, come per altre materie, ha brillato solo di promesse.

Riteniamo che intervenire sulla cura del verde pubblico, su un nuovo piano viario e di parcheggi, unitamente ad un vero e proprio risanamento di Villa Dante, possano contribuire a ridare decoro ad una zona storica, Provinciale, che merita rispetto e maggiore attenzione.

Alla luce di tutto quanto sopra rappresentato si chiede alle SS. LL. in indirizzo:
1. Scerbatura ed eventuale potatura di tutta la zona di Provinciale;
2. Eliminazione delle strisce blu a pagamento con introduzione del disco orario;
3. Riqualificazione Villa Dante.”