Leggendo la Gazzetta del 13/03/2018 con grande stupore apprendo che il Presidente “è d’accordo al senso unico in Via Palomba Sperone purché si attivino i semafori“.

Mi sa tanto di spot da campagna elettorale.
Ai tanti cittadini che stanno provando questo disagio vanno spiegate alcune cose che probabilmente il Presidente non ha riferito.
Con nota del 20/07/2017 e 27/09/2017 il sottoscritto aveva interrogato il Presidente chiedendo a sua volta di scrivere all’Assessore Cacciola (Assessore alla Viabilità) domandando:

• perché la collocazione della rotatoria è decentrata rispetto al tracciato stradale dello stesso Viale D’Alcontres;

• perché non è stata valutata la possibilità di progettare la rotonda poco prima dove vi è un incrocio alquanto pericoloso;

• Se effettivamente avrà la sua utilità cosi come progettata e se magari fosse stato possibile valutare la sua collazione centrale rispetto alla sede stradale. Tenuto conto che in quel tratto transitano mezzi pesanti e mezzi di soccorso;

• Inoltre veniva chiesto se era possibile valutare la modifica della sua collocazione, rendendola di fatto più agevole e che trattandosi di un piano di lottizzazione che prevedeva opere di urbanizzazione primarie e secondaria, valutare la possibilità, monetizzando le opere di urbanizzazione secondaria, realizzare una seconda rotatoria poco prima, direzione monte mare, nell’intersezione che consente di immettersi sulla panoramica che molto spesso è luogo di incidenti

Il consiglio guidato dal Presidente, a maggioranza, non ha votato la mia proposta di interrogare l’Assessore motivando che i consiglieri non sono tecnici ma politici.
Oggi leggo che lo stesso Presidente è d’accordo a fare il senso alternato in Via Palomba.
D’accordo sull’utilità del senso alternato, però abbiamo avuto l’occasione di discuterne ampiamente e invece abbiamo messo la testa nella sabbia.
Adesso a pochi mesi dal voto la usciamo.
Fare chiarezza è sempre molto importante.

 

Massimo Costanzo, consigliere della sesta municipalità.

 

°°°°°°°°

(NdR): Visto che la “Rotonda” è “esclusivamente” a servizio dell’area commerciale perché non è stata realizzata sul terreno privato ?
E sarebbe stata sufficente una aiula a triangolo per agevolare entrata ed uscita